Monte Rushmore: come visitare il monumento dei 4 Presidenti

Ci sono monumenti che diventano delle vere e proprie icone, dei simboli che identificano una nazione, con la sua aspirazione verso la libertà e il suo desiderio di celebrare la propria storia e tradizione. L’impressionante e ardita scultura del Monte Rushmore, con i volti dei famosi quattro presidenti USA scolpiti sulla roccia, rientra senza dubbio in questa categoria; raramente infatti un monumento può essere associato così facilmente allo spirito di una nazione, gli Stati Uniti d’America appunto.

[toc]

Dove si trova il Monte Rushmore?

Se la fama del Monte Rushmore è indiscussa, meno lo è la sua ubicazione, piuttosto decentrata rispetto alle principali mete turistiche USA (siamo infatti ben lontani dalla California o dai dintorni di New York), eppure a ben guardare piena di attrazioni e meraviglie naturali. Questo spettacolare monumento si trova infatti nello Stato del South Dakota, sul massiccio montuoso delle Black Hills, nei pressi della città di Rapid City.

Come tutto è iniziato…

Mount Rushmore South DakotaDi certo, per farsi venire in mente un progetto come il Monte Rushmore (il cui nome deriva dall’avvocato newyorchese Charles E. Rushmore, che c’entra ben poco con la costruzione) ci vuole un intelletto come minimo visionario, al limite fra arditezza e follia. A tale profilo corrisponde il nome di Doane Robinson, uno storico a cui fu chiesto di pensare a qualcosa per accrescere il potenziale turistico della zona e a quanto pare il personaggio non amava le idee banali, né tantomeno le cose semplici.

14 anni di lavoro (dal 1927 al 1941), supervisionati dall’architetto Gutzon Borglum, in condizioni precarie e anche piuttosto pericolose per i 400 operai coinvolti, che si destreggiarono fra attività di perforazione, levigazione ed esplosioni dinamitarde (per fortuna non ci rimise la pelle nessuno) per far sì che venissero stampate sulla parete di granito i volti dei 4 presidenti più amati d’America: George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln (in ordine partendo da sinistra).

Un progetto di proporzioni colossali, che in origine doveva prevedere anche i busti, ma che già così è decisamente impressionante, basti pensare che le facce dei presidenti sono alte più di 18 metri.

Come arrivare e altre info utili

Mount Rushmore cosa vedereIl modo migliore per raggiungere il Mount Rushmore National Monument è con la propria auto a noleggio, considerato anche il fatto che non c’è alcun tipo di trasporto pubblico per la zona. Andiamo a vedere quindi quali sono le principali indicazioni da seguire:

  • Dalla I-90 uscite a Rapid City e seguite la Highway 16 SouthWest fino a Keystone e poi la Highway 244 fino a Mount Rushmore National Memorial.
  • Se venite da sud seguite l’autostrada 385 North fino alla Highway 244. La strada in salita è lunga circa 5km ed è panoramica, durante la guida potrete già scorgere i volti dei presidenti.

Il parco è aperto tutto l’anno, condizioni meteo permettendo, con degli orari che cambiano a seconda del periodo:

  • da marzo a settembre: dalle 5:00 alle 23:00
  • da ottobre a marzo: dalle 5:00 alle 21:00

Monte Rushmore cosa vedereCi sono due centri visitatori che possono aiutarvi a comprendere meglio la storia del monumento e delle attività che si possono svolgere all’interno.

  • Information Center: questo è il primo luogo in cui probabilmente vi fermerete, dato che è collocato nei pressi dell’ingresso. Qui si trovano i ranger che potranno rispondere alle vostre richieste e curiosità e vi troverete esposto il programma delle attività della giornata, oltre all’immancabile bookstore.
  • Lincoln Borglum Visitor Center: situato proprio sotto la grande terrazza panoramica, qui sono ospitati un vero e proprio museo che ripercorre la storia del luogo attraverso una mostra permanente e un video documentario della durata di circa 20 minuti.

Fra gli edifici che vale la pena visitare segnalo anche lo Sculptor’s Studio, ovvero il luogo in cui Guzton Borglum lavorò dal 1939 al 1941, che oggi ospita un modellino in scala delle celebri sculture.

L’ingresso al monumento in teoria è gratuito. Scrivo in teoria perché, pur non dovendo comprare un biglietto, sarete comunque tenuti a pagare $10 per il parcheggio che, essendo gestito da una società privata, non prevede neanche la possibilità di usufruire della tessera parchi America the Beautiful.

Come visitare Monte Rushmore?

Dopo aver visto come arrivare al monumento, e aver illustrato le informazioni su l’ingresso e gli orari, veniamo adesso a scoprire come pianificare una visita al meglio attraverso le principali cose da vedere, i consigli per l’alloggio e qualche curiosità.

Cosa vedere al Monte Rushmore?

Mount RushmoreOvviamente, la cosa principale da vedere è il monumento stesso: a una vista ravvicinata non potrete non subire il fascino e l’impatto dei 4 presidenti che ammirano l’orizzonte. Il modo migliore per godersi la gigantesca scultura nella roccia è il Presidential Trail, un bel sentiero circolare che include l’accesso allo studio degli scultori (Sculptor’s Studios), dove scoprirete come venne realizzato il monumento.

Fate un salto anche al Lincoln Borglum Visitor Center, per godervi un filmato di circa 20 minuti sulla storia del Monte Rushmore. In meno di due ore potrete godervi tranquillamente tutto. Se invece avete più tempo, prendete parte ai vari tour (molti sono gratuiti) messi a disposizione dai ranger del parco.

Tour guidati

Monte RushmoreSe volete prendervi una tregua dal vostro on the road, ed affidarvi ad un tour organizzato per visitare il Monte Rushmore e i suoi dintorni, ecco alcune opzioni consigliate:

  • Mount Rushmore Lighting Cerimonia: tour in limousine di circa 4 ore in partenza da Rapid City dalle ore 19:00 che vi permetterà di assistere alla spettacolare cerimonia di illuminazione del monumento. Una volta che il sole è tramontato i ranger del luogo danno vita ad una cerimonia toccante e bellissima che culmina con la suggestiva accensione dei fari che danno un ulteriore tocco di magia a tutto il Monte Rushmore. Dopo l’evento e previsto il ritorno presso i principali alberghi della città.
  • Tour di Mount Rushmore e dintorni: questo tour della durata di 6 ore e mezza circa parte dalle città di Rapid City e Keystone offrendo la possibilità del prelievo nei principali alberghi. Potrete scoprire le meraviglie di questa parte degli Stati Uniti fra cui il Crazy Horse Memorial, l’Iron Mountain Road, Custer State Park e i più bei panorami delle Black Hills.
  • Tour Safari del Monte Rushmore e dintorni: questo è sicuramente il più completo rispetto ai tour precedenti perché necessita di almeno 9 ore per essere portato a termine. Per questo tour viene utilizzato un pittoresco pulmino da 10 posti con dei finestrini molto ampi che permettono di godere appieno delle bellezze che vi circondano anche durante gli spostamenti. La partenza è dai principali alberghi di Rapid City ed effettua il seguente itinerario: Monte Rushmore, Crazy Horse Memorial, Sylvan Lake, The Needles, Mount Coolidge, Wildlife Loop Road, Custer State Park e Iron Mountain Road.

Cosa vedere nei dintorni

Una visita a Mount Rushmore non si può dire completa se non si visitano anche gli interessanti dintorni della zona. Ecco le attrazioni principali che vale la pena di inserire nel vostro itinerario della Real America con segnalati i tempi di percorrenza fra parentesi:

  • Jewel Cave National Monument (45 minuti circa): si tratta della terza caverna più lunga nel mondo con più di 300 chilometri di tunnel mappati. Se siete dei provetti speleologi non potete quindi perdere l’occasione di visitare questa grotta e fotografare i suoi particolari colori prendendo parte ai tour offerti dai ranger del National Park Service, oppure fare una passeggiata in superficie percorrendo uno dei diversi sentieri presenti.
  • Devils Tower National Monument (2 ore e 10 minuti circa): anche se a prima vista il nome potrebbe non dirvi gran che (o al limite incutervi un po’ di timore), questo luogo è stato usato come location per una delle scene più importanti della cinematografia americana. Se avete visto il classico film di Spielberg Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo, e avete sempre voluto visitare la montagna che ossessiona i protagonisti del racconto, questa può essere l’occasione che fa al caso vostro. Per tutti i dettagli potete leggere il nostro approfondimento dedicato.
  • Wind Cave National Park (50 minuti circa): uno dei parchi nazionali più antichi degli Stati Uniti. Si tratta di una vasta prateria al di sotto della quale si sviluppa una serie di gallerie e grotte che possono essere visitate attraverso tour guidati.
  • Crazy Horse Memorial (30 minuti circa): un’altra ardita scultura sulle Black Hills (ancora in fase di costruzione) che promette di diventare la più grande scultura in roccia mai costruita. Vuole rappresentare il celebre Cavallo Pazzo della tribù dei Sioux, ed è stata voluta proprio per fare da contraltare alla costruzione del Mount Rushmore National Monument.
  • Badlands National Park (1 ora e mezza circa): a farla da padrone in questo parco nazionale sono le particolari formazioni rocciose che, per un particolare processo di erosione del vento e dell’acqua, con il tempo hanno assunto forme e colori originali. Il parco è diviso in due zone e ospita nelle sue vicinanze alcune attrazioni curiose che vi invito a scoprire leggendo il nostro articolo dedicato.

Dove dormire in zona

Purtroppo non ci sono hotel o possibilità di pernottamento all’interno del parco. Questa mancanza però viene compensata dalla presenza di due cittadine nelle immediate vicinanze che offrono molte soluzioni per un soggiorno. Entrambe hanno dalla loro anche il fatto di offrire dei validi motivi per essere visitate, tanto da poter essere prese in considerazione non soltanto come meri punti di appoggio, ma anche come occasione per scoprire una parte meno battuta dalle classiche rotte turistiche degli Stati Uniti. Andiamo a vedere quali sono gli alloggi consigliati.

Keystone (10 minuti)

Mount Rushmore South Dakota

Una cittadina che non lascia indifferenti: si può essere divertiti dal suo spirito kitsch da Far West un po’ appariscente e dalle sue golose pasticcerie, oppure odiarla in nome di una ricerca di autenticità. Ma l’America dopotutto è anche questo! Vista la sua vicinanza è sicuramente il luogo migliore in cui cercare alloggio se non volete allontanarvi troppo.

  • K Bar S Lodge (434 Old Hill City Road): un albergo con camere ampie costruito nello stile delle baite di montagna. Questo non a caso visto che sarete circondati da boschi e colline che vi garantiranno un soggiorno sicuramente rilassante e un ottimo panorama da contemplare al vostro ritorno.
  • Under Canvas Mount Rushmore (24342 Presidio Ranch Road): avete sempre sognato di dormire sotto una tenda immersi nella natura ma allo stesso tempo avere tutti i comfort della modernità disponibili? Allora questo particolare campeggio può fare sicuramente al caso vostro. Potrete inoltre raccontare al vostro ritorno di aver vissuto un’esperienza sicuramente originale ed invidiabile.

Cerca un alloggio a Keystone

Rapid City (30 minuti)

Mount Rushmore South DakotaSi tratta del capoluogo della regione, un’interessante cittadina facilmente visitabile a piedi, con un centro affascinante pieno di case dai caratteristici mattoni rossi, negozi e ristoranti.

  • Hotel Alex Johnson (523 6th Street, Rapid City): questo boutique hotel mescola stile classico e tradizione Sioux. Risalente addirittura al lontano 1927, ha come principale curiosità il fatto che il famigerato Al Capone lo scelse per il suo soggiorno. Situato in pieno centro della città ospita al suo interno anche un rinomato pub irlandese che offre anche intrattenimento di musica live ai suoi ospiti. Le camere sono ben tenute e per quanto riguarda le dimensioni siamo nella media degli alberghi americani.
  • Residence Inn by Marriott (581 Watiki Way): chi si vuole affidare alle certezze e alle comodità che un albergo di una grande catena può offrire può optare per questa scelta. Le camere sono spaziose e alcune hanno anche un’area salotto per rendere più piacevole il vostro soggiorno.

Cerca un alloggio a Rapid City

Il Monte Rushmore nei film e nella cultura di massa

Il fatidico monte ha fatto da sfondo a svariate pellicole cinematografiche e fra tutte non si può non menzionare il finale di Intrigo Internazionale di Hitchcock: se volete provare la sensazione di trovarvi sul set del film fate un salto al Carvers Cafe, il locale dove Cary Grant viene colpito da un proiettile. Non si può non citare anche il celebre secondo capitolo della saga di Superman del compianto Christopher Reeve quando i volti dei presidenti vengono sostituiti da quelli del malvagio Dru-Zod e dei suoi sodali.

Gli amanti dei Deep Purple poi non potranno dimenticare di come sia stato utilizzato il Mount Rushmore nella copertina del disco Deep Purple in Rock dove le facce dei componenti del gruppo sono rappresentate al posto di quelle dei presidenti USA.

Ecco cosa vi aspetta…

Ecco un bel video che ripercorre la strada che sale fino a Mount Rushmore.

21 commenti su “Monte Rushmore: come visitare il monumento dei 4 Presidenti”

  1. Salve, l’anno scorso ho comprato il vostro e-book “WEST COAST 20 GIORNI ROUND-TRIP SU 4 STATI” e mi sono trovato benissimo: veramente completo ed esaustivo, complimenti. Ora con mia moglie stiamo organizzando dall’11 al 27 giugno prossimo, un viaggio che avremo strutturato come sotto, ma non capiamo se sia davvero fattibile per km e tempi, e se magari abbiamo dimenticato di includere qualcosa di proprio bello (premetto che di gran lunga preferiamo la natura, alla storia e alle città):

    g. 1 arrivo a Denver ore 15,45 affittiamo auto e guidiamo 1-2 h verso Rocky M.
    g. 2 Trail Ridge Road nelle Rocky M. e poi guidiamo fino a Torrington (o è troppo?)
    g. 3 Crazy Horse Memorial+M.te Rushmore + strada 16A panoramica e arrivo a Rapid City
    g. 4 Badlands c/sosta shopping a Wall e poi via Rapid City fino a Sundance
    g. 5 Devil’s Tower, Devil’s canyon e notte a Lovell
    g. 6 viaggiamo da Lovell a Great Falls
    g. 7 nel pomeriggio arrivo a St. Mary nel Glacier NP
    g. 8 Glacier NP – Ice lake trail
    g. 9 Glacier NP – da St. Mary – Going to the sun road fino a Kalispell
    g. 10 da Kalispell a Butte x Museo minerario e viaggio fino a Ennis
    g. 11 visita Virginia e Nevada City e pomeriggio a Yellowston
    gg. 12-13 Yellowstone
    g. 14 mattino Yellowstone e pomeriggio Gran Teton NP
    g. 15 Gran Teton NP
    g. 16 Gran Teton NP e notte a Jackson
    g. 17 ore 11.00 volo da Jackson con arrivo a Denver ore 12.27. Saremo in tempo per ritiro bagaglio, check-in e controllo passaporti per il volo di rientro in Italia alle ore 16.10 da Denver? Oppure è meglio il volo delle ore 7.10 con arrivo a Denver 8.43? Ci sembra un po’ troppo lunga l’attesa.

    Nell’eventualità che i tempi siano troppo stretti, dovremo prendere in considerazione di fare qualche volo interno. Non avendo mai fatto voli interni negli USA, mi sapresti dire se vi sia l’obbligo di passare ogni volta per la dogana, magari anche durante uno scalo, con il dubbio che il tempo non sia sufficiente per prendere il volo successivo? Grazie tante.

    Rispondi
    • Ciao Nico. Innanzitutto grazie per i complimenti e la fiducia. Venendo al tuo itinerario queste sono le uniche due cose che mi sento di segnalarti:
      – per quanto riguarda il giorno 2 se la tua intenzione è quella di percorrere la Trail Ridge Road fino a Grand Lake (poco meno di 2 ore senza soste) e poi spostarti a Torrington (altre 4 ore e mezza) effettivamente le ore di viaggio rischiano di essere un po’ troppe. Considerando che da Estes Park a Torrington sarebbero solo 3 ore di macchina forse la soluzione che potresti considerare è quella di evitare di percorrere la Trail Ridge Road nella sua interezza. Non mi sentirei infatti di consigliarti di scegliere una destinazione diversa rispetto a Torrington perché altrimenti allungheresti troppo le ore in macchina per il giorno successivo.
      – Mi sembra un giorno un po’ stancante anche il 5° giorno perché sarai chiamato a fare più di 6 ore di macchina. Visto che entrambe le due tappe che hai in programma valgono comunque la pena di essere fatte, ti suggerisco di considerare di recarti al Devil’s Canyon Overlook valutando sul momento il vostro livello di stanchezza.
      Per quanto riguarda la tua domanda sul volo interno fino a Denver, dove poi dovrai imbarcarti su quello internazionale, se non ci sono imprevisti e il volo arriva in orario alle 12.27 non dovresti avere particolari problemi. Visto che però queste cose sono imponderabili, se vuoi essere più sicuro puoi anche prendere quello che parte la mattina presto. Il lato negativo di questa scelta è che poi dovrai passare praticamente mezza giornata dentro l’aeroporto di Denver.

      Rispondi
      • Ciao Filippo, mi scuso per il ritardo dovuto a problemi col PC ..ti ringrazio tanto per la tempestiva risposta e per i preziosi consigli. Ho appena prenotato i voli e forse ti ricontatterò per eventuali altri dubbi. Grazie ancora.

        Rispondi
  2. Ciao! Dopo un po’ di studio avrei pensato al seguente itinerario, ho 23 giorni escluso i voli.
    G1 arrivo a denver
    G2 da Denver a Cheyenne passando da Rocky mountain Estes park,Stanley hotel, trail ridge road, happy Jack road
    G3 da Cheyenne a Custer visitando crazy horse memorial Custer state park, Fort Laramie National historic site oppure dormo a hot springs e visito Evans plunge, cascade falls, mammoth site
    G3 Mt Rushmore wind cave np, deadwood?, rapid city
    G4 badlands np dormo a rapid city o interior?
    G5 /6 north Dakota Theodore Roosevelt np dormo a Medora.. Cos altro vedere nel north Dakota?
    G7 da Medora a billings passando per devil tower e little bighorn battlefield (troppa strada ?)
    G8 da billings al big hole national monument dormo a butte
    G9 da butte a Glacier
    G11 e 12 Glacier e going to the sun road
    G13 da Glacier a Idaho falls
    G14 crater of moon Shoshone falls Idaho falls
    G15 16 17 18 yellowstone
    G19 grand Teton Jackson hole
    G20 Salt Lake city
    G21 Salt Lake city antelope island
    G22 e g23? Come impiegarli? Aggiungo un giorno a denver all andata? L altro giorno all Idaho o North Dakota?
    Ripartenza da salt lake city o se impiego gli ultimi 2 giorni x arrivare a Las Vegas da las vegas
    Come inserire il vigilante trail con Nevada e Virginia city? E Cody? Cosa ho tralasciato di imperdibile nel percorso? Grazie per tutti i consigli

    Rispondi
    • Ciao Angela, sicuramente il tuo è un itinerario affascinate ma complesso e con alcune criticità. Ecco le più evidenti che mi sono saltate all’occhio.

      • giorno 2: sostanzialmente va bene anche se le cose da vedere sono tante. Ad esempio fa una notevole differenza se la Trail Ridge Road hai intenzione di percorrerla tutta fino a Grand Lake oppure farne solo un pezzo e tornare indietro
      • giorni 3: dare un giudizio su cosa sia meglio vedere fra più opzioni è sempre difficile perché entrano in gioco fattori personali. A mio avviso è più interessante la prima opzione con il dubbio però che sia tutto fattibile in giornata. Magari potete aiutarvi spostando la visita o al Custer State Park o al Crazy Horse Memorial al giorno successivo visto che comunque restate in zona Black Hills
      • giorno 4: meglio tornare a dormire verso Rapid City visto che altrimenti le distanze da Interior al Theodore Roosevelt National Park sarebbero sicuramente proibitive.
      • giorno 7: come vedo dalla faccina che hai messo ti sei già accorta che questa giornata non è fattibile, e non credo lo sarebbe neanche se evitassi di andare al Theodore Roosevelt National Park partendo per Billings da Rapid City. Questo è un caso in cui devi impiegare quantomeno un’altra giornata per spezzare l’itinerario.
      • giorno 8: se per Big Hole National Monument intendi il Big Hole National Battlefield le ore di macchina necessarie per fare questa parte di itinerario mi sembrano eccessive.
      • giorno 13: secondo me spostarsi in un giorno da Glacier a Idaho Falls in un solo giorno è infattibile. Così su due piedi il mio consiglio sarebbe quello di tornare dal Glacier a Butte, dormire in città e il, giorno dopo, dirigersi verso West Yellowstone (passando dal Vigilante Trail e visitando le caratteristiche cittadine di Nevada City e Virginia City) e da li iniziare i tuoi giorni di permanenza a Yellowstone.
        La zona di Idaho Falls – Craters of the Moon e Shoshone Falls la rimanderei quindi ai giorni successivi alla visita di Grand Teton e Jackson Hole, visto che comunque ti permetterebbero di proseguire successivamente verso Salt Lake City, dopo un pernottamento a Twin Falls ad esempio.

      Per quanto detto eviterei quindi di dirigermi verso Las Vegas e opterei per concludere il viaggio a Salt Lake City.

      Come vedi, data la complessità, i passaggi da rivedere di questo itinerario sono abbastanza. Per questo ti invito a rivalutarli con attenzione e verificarne l’effettiva fattibilità con calma, ed eventualmente riscrivere eventuali dubbi o perplessità.

      Rispondi
      • Grazie Filippo sei stato gentilissimo! mi chiarisco le idee, mi hai confermato alcuni dubbi sull effettiva fattibilità delle tappe. Resto in attesa dell uscita dell e book real America ?

        Rispondi
  3. Ciao! Complimenti per il sito, l ho trovato davvero utile per realizzare l itinerario del mio primo otr nel southwest USA. Ho comprato i travel book..bellissimi!nn ne ho trovato però nessuno sulla real America. È proprio lì che vorrei fare il mio 2 otr. Dopo aver letto i vostri articoli vorrei inserire praticamente tutto.. Partenza da Denver e ritorno da salt lake city o Las Vegas o viceversa… Mi piacerebbe inserire Wyoming north Dakota (Roosevelt np) south Dakota Montana con Glacier e Idaho. Il sogno irrealizzabile sarebbe poi includere la zona di escalante nello Utah che ho dovuto trascurare nel primo otr. Ma come legare tutte le principali tappe in 23 giorni godendosi i posti e nn correndo troppo? Grazie per tutti i consigli

    Rispondi
    • Ciao Angela. Grazie per i complimenti e la fiducia. Al momento non disponiamo di un ebook sulla Real America (che però è in cantiere). Non posso aiutarti a creare da zero un itinerario di 23 giorni così lungo e complesso. Se vuoi posso risponderti a dei dubbi specifici sulle attrazioni oppure valutare la fattibilità di un itinerario che sia però da te già pensato e suddiviso in tappe giornaliere.

      Rispondi
  4. Buonasera, ad agosto prossimo andremo con un’amica a Boston dove noleggeremo un auto per un giro di 10 giorni circa. Includeremo sicuramente la visita al monte Rushmoore, poiché ho una deambulazione ridotta, porto stampella al seguito, volevo avere notizie circa le barriere architettoniche in loco, immagino che ci sia molto da camminare.
    Potete, oltre il monte Rushmoore consigliarmi altre visite da inserire nel tour? Grazie tanto.

    Rispondi
    • Ciao Lucia, non c’è molto da camminare se vuoi fermarti alla terrazza panoramica dopo aver parcheggiato la macchina. Per quanto riguarda i consigli, avrei bisogno di leggere l’itinerario di massima che avevi in mente da Boston al Monte Rushmore: non è poca strada, è quasi metà coast to coast!

      Rispondi
    • Ciao Bernardo, grazie per la risposta. In realtà l’itinerario non lo abbiamo ancora fatto. Ti spiego, andiamo a Boston con una mia amica che porta la figlia 14enne che deve stare all’aeroporto di Boston il 21 agosto per andare con l’organizzazione all’High School, quindi da Roma partiremo il 13 agosto, prenderemo a Boston un auto a noleggio, dormiamo la prima notte a Boston dove ritorneremo il 20. In quei giorni vorremmo fare un giro della Costa ma non abbiamo assolutamente le idee chiare. Se il Mount Rushmoore è così lontano da Boston direi che abbandoniamo l’idea e magari, non so (siamo proprio all’oscuro di tutto e un po’ alla ventura)☺
      Anche vedere una parte del Maine o New England (forse è la stesa zona)? sarebbe carino. Anche perché devo sempre tenere conto l’ausilio della stampella e quindi, camminare sì, ma lentamente .
      Potresti aiutarci con qualche consiglio su come poter organizzare comunque un bel viaggio? In ogni caso siamo molto motivate e ci divertiremo sicuramente tanto, per cui ci va bene tutto. L’importante è che il 20 saremo di nuovo a Boston. Tanto guidare non ci spaventa, guidiamo tutte e due. Grazie tanto e, scusa la lungaggine e i verbi incasinati!! ??

      Rispondi
      • Ciao Lucia, tra Boston e il Monte Rushmore ci sono oltre 3000 km di strada, direi che non è proprio dietro l’angolo. Molto meglio un tour del New England. I nostri consigli per questo tipo di itinerario li trovi qui.

        Rispondi
      • Grazie Bernardo, credo proprio che ci attiveremo per il tuo splendido programma. Comunque complimenti, sei bravissimo! Ti farò poi sapere, ancora grazie.

        Rispondi
  5. Ciao, ho in programma di visitare il monte rushmore la prossima estate e vorrei capire se ci sono tour guidati che portano proprio sulla testa dei presidenti oppure se il monumento è visitabile solo dal basso.
    Grazie mille!

    Rispondi
  6. Un’altra cosa su Los Angeles, mi spaventa un pò l’idea di guidare per la città.
    Immagino, avendo poi la macchina a noleggio presa a San Diego, la cosa più logica, ovvia, economica e veloce per girare la città ma è impegnativo? Mi spaventa l’idea di trovarmi in una città gigantesca con mille corsie e mille auto folli! 🙂 e magari con la fatica di trovare parcheggio sempre! E forse meglio lasciarla posteggiata per un paio di giorni e usare la metropolitana?
    Se riuscissi a spezzare la giornata Yellowstone – Cody – Deadwood, dove potrei dormire quella notte tra Cody e Deadwood per poi il giorno dopo già trovarmi sulla via e la scenic drive che mi hai indicato? Il giorno dopo poi potrei visitare Deadwood e dormire già a Keystone, che mi pare aver capito sia una cittadina gradevole e comunque molto vicina al Mt. Rushmore.
    Mi ispira l’idea di togliere un giorno a Los Angeles in effetti, e favorire più questa parte.
    Grazie ancora!! 🙂

    Rispondi
    • Ciao Nadia, Los Angeles è una città spropositatamente grande e le zone interessanti sono dislocate su tutta l’area, quindi per rispondere adeguatamente alla tua domanda dovrei sapere cosa ti interessa vedere e dove pernotterai. Di questo tema, in linea generale, ho parlato diffusamente in un articolo dedicato a come muoversi a Los Angeles, in cui spiego perché il modo più intelligente per spostarsi da una parte all’altra della città è farlo in auto, anche se la metro c’è: il fatto è che rischi di passarci le giornate. Io, per esperienza, dopo qualche minuto/chilometro di ambientamento, mi son trovato bene con la macchina, ma ripeto: dipende dove devi andare.

      Per quanto riguarda una tappa tra Cody e Deadwood, puoi scegliere Sheridan o Gillette, che è perfetta se vuoi fare una deviazione un po’ fuori dagli schemi per la Devil’s Tower.

      Rispondi
  7. Ciao Lorenzo e Bernardo, eccomi a organizzare il mio 3° viaggio negli Stati Uniti, i primi due sono andati splendidamente grazie ai vostri consigli utilissimi! Il primo ha toccato S. Francisco – Yosemite – Deat Valley – Bodie – Las Vegas – Grand Canyon – Monument Valley – Antelope Canyon e Horshoe Bend, il secondo ha toccato New York e Philadelphia.
    Per il mio terzo viaggio, voglio tornare a Ovest, toccando i luoghi appunto dove non sono stata nel precedente viaggio. Ecco a grandi linee il mio itinerario, di cui vi espongo i dubbi. 🙂 Si tratta di un viaggio di 15 giorni.
    1 Italia – San Diego
    2 San Diego
    3 San Diego
    4 San Diego – Venice Beach (visita) – Santa Monica (visita)- Los Angeles
    5 Los Angeles
    6 Los Angeles
    7 Los Angeles
    8 Los Angeles – San Bernardino (61,3 miglia) visita a Glen Helen DUBBIO 1: DOVE DORMIRE TRA SAN BERNARDINO E SALT LAKE CITY? A SAN BERNARDINO VISITEREMO GLEN HELEN E UN NEGOZIO DI MOTO GIGANTESCO… FIDANZATO APPASSIONATO! dopo però vorrei non dormire a San Bernardino ma ripartire e dormire in un paese fuori, già sulla strada per Salt Lake City. Ovviamente ci alzeremo molto presto al mattino a Los Angeles.
    9 Arrivare a Salt Lake City, visita della cittadina e pernottamento a Salt Lake City
    10 Salt Lake City – Yellowstone (359 miglia) passando (e quindi visitando) per il Grand Teton – FATTIBILE? DOVE DORMIRE NEI PRESSI IMMEDIATI DELL’INGRESSO ALLO YELLOWSTONE?
    11 Yellowstone
    12 Yellowstone
    13 Partire da Yellowstone – sosta a Cody (visitare Old Trail Town e il Centro storico su Buffalo Bill) – destinazione e pernottamento a DeadWood e visita è FATTIBILE LA SOSTA A CODY? OVVIAMENTE PARTENDO LA MATTINA MOLTO PRESTO AD ESEMPIO ALLE 7?
    14 Partire da DeadWood ed arrivare a Keystone, direzione Mt Rushmore e visita del Parco, raggiungere Rapid City, pernottamento a Rapid City
    15 Rapid City – Italia

    Vi sembra un itinerario fattibile? Avete qualche luogo di “passaggio” magari imperdibile?
    Nell’arrivo da Salt lake City e per raggiungere Yellowstone, è quindi possibile passare per il Grand Teton e avere una bella visione di esso? Ho visto le foto e mi ispira molto come parco. A Cody vorrei visitare Old Trail e il Museo di Buffalo Bill, quella mi sembra una giornata molto impegnativa come km ma non ci spaventa molto questo… E inoltre vorrei vedere Deadwood e il tatanka (sono fan di Balla Coi Lupi)… Il tragitto da Yellowstone a Deadwood fa vedere bei luoghi delle Black Hills? Los Angeles… ho messo tre giorni, sono troppi? Meglio un giorno in meno e aggiungere un giorno altrove? Ho pensato uno di dedicarlo a Hollywood e Beverly Hills, il secondo agli Universal Studios, il terzo pensavo Dowtown ma forse ho esagerato coi tempi… considerando che Venice e Santa Monica li visiterò PRIMA, nel passaggio tra San Diego e Los Angeles e sostando qualche ora in entrambi. Non vedo l’ora di partire 🙂
    Grazie mille di tutto, come sempre!

    Rispondi
    • Ciao Nadia, bentornata! Non ti fermi più eh! Comincio col dirti che il tuo itinerario va abbastanza bene, e lo trovo molto bello. Vado a rispondere ai tuoi quesiti:

      1) come città dove fare una sosta tra San Bernardino e Salt Lake City, ti consiglio St. George, dove ho dormito anche io (seppur diretto al Bryce).
      2) per quanto riguarda il Grand Teton, è assolutamente visitabile sulla via: come puoi leggere nel nostro approfondimento su Yellowstone, è possibile entrare al parco TRAMITE il Grand Teton (ingresso meridionale). Nello stesso articolo troverai le info sugli alloggi.
      3) la tappa Yellowstone-Cody-Deadwood è molto lunga e impegnativa, specie se vuoi fermarti a Cody visitandola e se vuoi fare un bell’itinerario con vista nella zona delle Black Hills fino a Deadwood. Ti consiglio, se possibile di spezzarlo.
      4) Se vuoi fare una strada panoramica stupenda per arrivare a Deadwood, ti consiglio, dopo Spearfish, di imboccare la Spearfish Canyon Scenic Byway, per poi raggiungere Deadwood da sud.
      5) per le zone che vuoi vedere (ricordati di consultare il nostro articolo su cosa vedere a Los Angeles), tre giorni sono più che sufficienti.

      Rispondi

Lascia un commento