Baltimora in Maryland: visita alla città dove è nato l’inno americano

Baltimora Cosa Vedere

Siamo nel centro-nord del Maryland a Baltimora, la più grande città dello stato con un grande passato storico, oltre 600.000 abitanti e un fiume dallo strano nome: Patapsco. Siamo vicino alla linea di confine fra la pianura costiera atlantica e l’altopiano Piedmont nei pressi dei monti Appalachi. Qui il clima è caldo-umido in estate, mite in autunno e primavera (leggermente più piovosa), mentre l’inverno può variare da fresco a rigido con sporadiche nevicate.

Considerate le distanze all’interno degli States possiamo affermare di essere “a due passi” da Washington DC ad appena un’ora d’auto e infatti si tratta di una meta che viene spesso visitata come escursione in giornata dalla capitale americana. Scopriamo dunque cos’ha da riservarci questa città: ecco le principali cose da vedere a Baltimora.

[toc]

Cosa vedere a Baltimora

A Baltimora la tradizione marinara e il passato storico sono evidenti, preservati, mostrati sotto varie forme a noi visitatori che con piacere troviamo in questa città anche tanti altri punti di interesse, momenti di divertimento e apprezzamento culinario. Da tenere presente per maggiori informazioni sulla città ed eventuali prenotazioni, il Baltimore Visitor Center (401 Light St. – Inner Harbor) aperto dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 17.

Inner Harbor

Baltimora Maryland Cosa VedereIniziamo con l’andare a scoprire l’Inner Harbor, il porto interno convertito da anni in attrazione turistica, un tempo area portuale che consentiva a Baltimora di essere un leader industriale. Ora brulica di negozi, angoli di ristoro e punti d’interesse. Qui si riversano le acque del Jones Falls, un torrente che nasce più a nord, crea un lago e poi si snoda verso sud per 29 chilometri attraverso una valle che ha avuto una grande importanza storica come via di trasporto e che ora è nota per il Jones Falls Trail, percorso di 16 chilometri da fare a piedi o in bicicletta parallelo al corso d’acqua, dal quartiere di Cylburn fino all’Inner Harbor.

Continuiamo l’esplorazione di questo porto all’Historic Ships in Baltimore (anche Maritime Museum, 301 E. Pratt St.), un museo galleggiante, a cielo aperto, dove i protagonisti sono un faro e quattro navi militari storiche (da metà del 19° secolo fino agli anni ’80) fra cui la fregata USS Constellation del periodo della guerra civile, la guardia-costiera Taney, il sottomarino Torsk e la nave-faro Chesapeake. Il Knoll Lighthouse è un faro rialzato alto poco più di due metri che spicca per la forma e il colore.

Baltimora Cosa Vedere

 

Li troviamo tutti e cinque a poca distanza l’uno dall’altro (ai pier 1/3/5); per apprezzarli doverosamente vengono organizzati tour, eventi speciali, perfino cannonate e altre iniziative. Si possono visitare due navi al costo di 15$ dai 21 ai 59 anni, 13$ dai 60 anni e dai 15 ai 20 mentre se si desidera vedere le quattro imbarcazioni più il faro il prezzo diventa 18$ o 16$ in base all’età. Gli orari della visita cambiano in base alla stagione e i biglietti si acquistano al pier 3. Per vivere l’emozione di un concerto nella suggestiva area di questo attivo porto interno segnaliamo il Mecu Pavilion (731 Eastern Avenue) che attualmente propone circa 25 spettacoli e concerti all’anno durante la bella stagione.

Con i suoi 123 metri, il World Trade Center (401 E. Pratt St.) è l’edificio di forma pentagonale regolare più alto del mondo ma la cosa interessante è l’osservatorio al 27° piano, denominato, “top of the world” da cui si ha una bella vista panoramica a 360°. Qui c’è anche un memoriale dedicato all’11 settembre e ci viene raccontato che poco dopo l’attacco alle torri gemelle anche questo edificio è stato evacuato per motivi di sicurezza. (adulti 6$, over 60 5$, dai 3 ai 12 anni 4$ con orari di visita stagionali).

Attrazioni Barltimora Meryland

I prossimi tre musei sono adatti anche per chi ha bambini a cominciare dal Port Discovery (35 Market Pl.) classificato da molti giornali tra i migliori musei degli Stati Uniti per i più piccoli. Qui si svolgono attività interattive e ci sono le sezioni “hands on” dove il fatto di toccare con mano sviluppa l’immaginazione e accresce la conoscenza. L’ingresso costa 15.95$ dai 2 anni in su, aperto tutto l’anno ad orari variabili in base alla stagione.

Le attività interattive ed “hands on” del Maryland Science Center (601 Light St.) fanno conoscere la paleontologia, in particolare i dinosauri, il corpo umano e l’astronomia all’interno di un planetario, un laboratorio di scienze e un teatro IMAX, caratteristico per il grande schermo avvolgente e per gli emozionanti filmati sulla Terra e lo Spazio. Si può entrare ed uscire quante volte si vuole nell’ambito della stessa giornata indossando il braccialetto di riconoscimento. Il costo comprensivo di teatro è 28.95$ per gli adulti, 22.95$ dai 62 anni in su e 22.95$ dai 3 ai 12 anni. Gli orari variano stagionalmente, chiuso nelle maggiori festività.

Attrazioni Baltimora

Fra gli ospiti del National Aquarium (501 E. Pratt St.) è possibile vedere tantissime creature marine come foche, delfini, pulcinelle di mare, pesci angelo, delfini dal naso a bottiglia, anguille, squali, razze, granchi, meduse, polipi e tartarughe. Sono disponibili diversi tour a prezzi differenti. L’accesso all’acquario ha un costo di 39.95$ per gli adulti, 34.95$ dai 65 anni in su e 22.95$ dai 3 ai 12 anni. È bene controllare on-line gli orari del mese che interessa ed eventuali sconti in certi momenti della giornata.

L’American Visionary Art Museum (800 Key Hwy) è un insieme di opere veramente particolari, realizzate da artisti che hanno utilizzato materiali di ogni genere dando vita a lavori che meritano di essere visti (dal mar. alla dom. 10-18, Adulti 10$, over 60 8$, studenti 6$). E sempre in tema di curiosità e bizzarria, il Ripley’s Belive It Or Not (301 Light St.) attrae visitatori da tutto il mondo per le stranezze esposte, alcune delle quali inquietanti e surreali. Qui è proprio il caso di affermare che l’anormale e normale. È visitabile dalla domenica al giovedì dalle 10 alle 20 mentre il venerdì e il sabato l’apertura viene estesa alle 22. Dai 12 anni in su il costo è 18$ mente dai 3 agli 11 è di 12$.

Attrazioni Baltimora

Di tutt’altro genere ma anch’esso molto apprezzato, è l’Orioles Park at Camden Yards (333 W. Camden St.) che ospita le partite degli Orioles. È considerato uno dei più bei campi da baseball (ballpark) in stile retro classic, una struttura i cui muri esterni si inseriscono architettonicamente nel quartiere. Una curiosità in tema: il famoso giocatore di baseball Babe Ruth (New York Yankees e Boston Red Sox) è nato qui a Baltimora.

Trova un biglietto per i Baltimore Orioles

Mount Vernon

Baltimora Cosa VedereL’area di Mount Vernon è considerata il centro culturale e artistico della città cominciando dalla splendida Walters Art Gallery (600 N.Charles St. affacciata alla Mount Vernon Sq.) che ospita esemplari di arte classica greca e romana, manufatti d’argento bizantini, oggettistica sudorientale e cinese, gioielli Fabergè, nonché opere di pittori impressionisti come Monet, Manet e Rubens (da merc. a dom. 10-17 eccetto giov. 10-21, Gratuito).

Nella piazza svetta il Washington Monument (Mount Vernon Pl. & Washington Pl.), un’imponente colonna dorica in marmo alta circa 54 metri completata nel 1829 in onore del primo presidente, George Washington. Dalla cima del monumento si ha un’ottima visuale della città. Dal 1971 il primo giovedì di dicembre, per dare il via al periodo natalizio, la colonna viene illuminata.

La Baltimore Basilica (409 Cathedral St.), la prima cattedrale degli Stati Uniti, datata 1821, è dedicata all’assunzione in cielo della Vergine Maria. L’edificio in stile neoclassico ha un portico greco con colonne ioniche, al suo interno si trovano molte opere d’arte, una cupola sovrasta l’altare e ci sono anche una cappella e una cripta. Tour guidati a pagamento sono disponibili per un minimo di 10 persone. Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta hanno visitato questa bella chiesa rispettivamente nel 1995 e 1996. Solitamente è aperta dalle 8.30 alle 16.

Baltimora Maryland Cosa Vedere

Ci spostiamo un po’ a nord e andiamo a visitare la Brown Memorial Park Avenue Presbyterian Church (1316 Park Ave.) è una chiesa in stile gotico revival del 1870 in cui notiamo le finestre con vetrate colorate, il soffitto blu a volta e l’organo a canne nel presbiterio. Il Baltimore Magazine l’ha definita “uno degli edifici più significativi in città, un tesoro d’arte ed architettura” e noi concordiamo con quest’affermazione.

Gli edifici e i quartieri etnici

Attrazioni Barltimora MarylandNella zona del waterfront raggiungiamo Patterson Park (delimitato da E. Baltimore St., S. Patterson Park Ave., S. Linwood Ave., Eastdrn Ave.), un parco creato nel 1827 accessibile dall’alba al tramonto. Quest’area verde è giustamente nota per la splendida Patterson Pagoda (E.Lombard St.), una struttura “osservatorio” risalente al 1890. Da metà aprile a metà ottobre dalle 12 alle 16 ogni domenica si può salire sulla torre per ammirare il centro città. Nel parco troviamo anche una fontana in marmo, un lago in cui pescare, ci sono anatre, aironi, tartarughe, campi dove praticare sport, ad esempio basket, ma anche una piscina operativa in estate e una pista di pattinaggio attiva in inverno.

Lungo la sponda est del porto cittadino, Fells Point è un’area con costruzioni storiche in vari stili, graziosi e colorati edifici principalmente in stile vittoriano, revival greco e revival italiano che ospitano negozi, ristoranti e caffetterie. Questo è anche un quartiere in cui risiedono immigrati in maggioranza tedeschi, polacchi, cecoslovacchi, ucraini, russi, irlandesi e latino-americani. Invece l’area di Higlandtown (Haven St., Baltimore St., Eastern Ave.) è tradizionalmente abitata da operai soprannominati “colletti blu”, persone provenienti dalla Germania, Polonia, Italia, Grecia, Irlanda, Ucraina, Repubblica Ceca e latino-americani. Qui si trovano case dalle facciate colorate costruite in tardo stile vittoriano e revival del 19° e 20° secolo.

Baltimora Cosa Vedere

 

Ci piace scoprire quartieri etnici e continuiamo a Greektown (Lombard St., O’ Donnell St., Eastern Ave.) dove si concentra la maggior parte della popolazione greca che qui ha aperto molti ristoranti ellenici, meritevoli di essere provati. Nel quartiere spicca la St. Nicholas Greek Orthodox Church (520 S. Ponca St.) dedicata all’omonimo santo al cui interno ammiriamo belle decorazioni e le tipiche iconografie dell’altare.

A Little Italy (delimitata da E.Pratt St., President St., Fleet St., S.Eden St.) gli immigrati abitano in case a schiera, lavorano nei ristoranti italiani e giocano nei campi di bocce di E.Pratt e Stiles street. Da segnalare la St. Leo The Great Roman Catholic Church (227 S. Exeter St.), risalente al 1881, una chiesa in stile romanico-italiano costruita in mattoni, con un portico e la facciata con rosone.

I luoghi dell’inno americano

Baltimora Maryland Cosa VedereAll’844 di E.Pratt Street facciamo un “salto” nel passato, nella casa di Mary Young Pickersgill denominata The Star-Spangled Banner Flag House dove Mary ha realizzato nel 1813 la bandiera americana per il forte cittadino McHenry. All’interno dell’edificio si conosce tutta la vicenda e ci si diverte con attività interattive legate alla bandiera (da mar. a sab. 10-16, adulti 9$, senior 8$, dai 6 anni 7$).

Il Fort McHenry vero e proprio (2400 E. Fort Ave.) oggi è museo in cui si possono ammirare esposizioni storiche e una ricca collezione di memorabilia legati agli eventi militari. Al suo esterno vengono svolti programmi interattivi, cerimonie di alza bandiera e dimostrazioni storiche. Qui non ci sono punti di ristoro e per questo motivo è possibile portare il proprio cibo.

Attrazioni Barltimora MarylandIl maggiore evento storico che vi si è combattuto è la battaglia del 1814 (fra americani e inglesi) durante la quale sventolava la bandiera creata da Mary Young Pichersgill che, unitamente alle vicende belliche, ispirò l’avvocato, autore e poeta amatoriale del Maryland, Francis Scott Key, a comporre alcuni versi che ebbero poi l’onore di essere scelti come inno americano (The star-spangled banner) il 31 marzo 1931.

Il forte si può visitare dalle 9 alle 17 e dal Memorial Day (fine maggio) al Labor Day (inizio settembre) l’apertura viene prolungata fino alle 18. Il biglietto d’ingresso costa 15$ dai 16 anni in su ed è valido per sette giorni mostrando la ricevuta.

La bandiera vera e propria però non si trova a Baltimora ma dovrete andare al National Museum of American History che si trova nel National Mall di Washington.

Gli altri musei

Baltimora Cosa Vedere

Il Baltimore & Ohio Railroad Museum (901 W. Pratt St. – Stazione di Mount Claire) è un sito in cui si vedono e si conoscono a fondo le più importanti collezioni ferroviarie in America con locomotive e vagoni ma anche attraverso documenti e piccoli oggetti che risalgono alla nascita della ferrovia negli Stati Uniti. Al suo interno si trovano un gift shop ed una caffetteria. È visitabile dal lunedì al sabato dalle 10 alle 16 e la domenica l’apertura è alle 11. Il biglietto costa 20$ per gli adulti, 17$ dai 60 anni in su e 12$ dai 2 ai 12 anni. Il museo effettua anche tour in treno nei dintorni.

All’Edgar Allan Poe House & Museum (203 N. Amity St.) a circa 10 minuti dall’Inner Harbor. Il celebre scrittore, nato in Virginia, ha vissuto ed è morto a Baltimora. Si può fare un tour della sua casa dal giovedì alla domenica dalle 11 alle 16. L’abitazione è piccola e con scale a serpentina perciò non è adatta per certi tipi di handicap e non sono ammessi animali. Il costo è di 8$ dai 12 anni in su, 6$ per gli studenti e 4$ a partire dai 62 anni. Poe è sepolto presso il Westminster Burying Ground (Fayette e Green Sts.) vicino alla sua casa.

Baltimora e la criminalità: è una città sicura?

Negli ultimi anni la città di Baltimora è stata protagonista in negativo di numerosi episodi di violenza e criminalità, tanto da farla salire ai primi posti della classifica delle città più pericolose degli Stati Uniti. Anche la popolare serie televisiva The Wire ha contribuito molto a rafforzare la rappresentazione di Baltimora come città violenta anche nell’immaginario collettivo non solo statunitense.

Quindi la domanda sorge spontanea: è sicuro visitare Baltimora? La risposta, nonostante le premesse, è comunque affermativa. Le zone turistiche della città come Inner Harbor, Fells Point, Federal Hill e Mount Vernon sono tenute sotto stretta sorveglianza dalla polizia locale e i livelli di criminalità sono in linea con quelli di tutte le grandi città. Gli episodi violenti infatti si verificano nelle zone periferiche e più degradate che un turista non ha nessun interesse a visitare.  Restate quindi nei quartieri turistici e prendete le classiche precauzioni.

Gli eventi di Baltimora

In città si svolgono diverse manifestazioni, alcune delle quali a carattere etnico. In aprile si svolge l’Irish Traditional Fest in diverse location in città. Questo evento musicale mette in campo laboratori di canto, ballo e musica ma anche esibizioni di diversi artisti provenienti dagli Stati Uniti e dall’Irlanda specializzati in melodie e danze irlandesi. I biglietti hanno costi variabili in base all’evento.

Al Canton Waterfront Park (3001 Boston St.) ogni primo giovedì sera da maggio a settembre (17.30-22.30) cantanti e band danno vita a concerti gratuiti che radunano parecchio pubblico in un’atmosfera di festa che vede la presenza anche di venditori ambulanti di cibo. In giugno presso Greek Town Square ha luogo il St. Nicholas Greek Folk Festival, un evento gratuito che celebra la cultura greca con cibo, musica, danze, venditori d’arte e gioielli in un’ambientazione ospitale e legata alla devozione per il santo; una buona opportunità per approfondire la conoscenza della cultura ellenica a cominciare dalla chiesa che dà il nome all’evento, St. Nicholas Greek Orthodox Church (520 S. Ponca St.-Greektown).

Al Canton Waterfront Park (3001 Boston St.) in settembre si svolge il Baltimore Seafood Fest che celebra l’orgoglio locale verso i prodotti ittici utilizzati per creare piatti prelibati. Per questo motivo alcuni dei migliori ristoratori in città servono i loro piatti di pesce più rinomati come tortino e zuppa di granchio, insalata di gamberetti e ostriche. Non manca il particolare granchio blu tipico del Maryland, Virginia, North Carolina e Louisiana dal sapore leggermente dolce e dalla carne tenera. Musica dal vivo, dimostrazioni culinarie e un’area dedicata alle famiglie completano l’evento. Il costo del biglietto parte dai 15$ dai 16 anni in su.

Presso la Holy Trinity Russian Orthodox Church (1723 E. Fairmount Ave.) si svolge in ottobre il Russian Festival con danze, musica e cori. L’occasione consente di gustare cibi preparati dai membri della parrocchia e acquistare souvenir in buona parte importati dalla Russia. Dal Thanksgiving Day (fine novembre) fino alla fine di dicembre l’Inner Harbor ospita il suggestivo Christmas Village Market con vendita di prodotti alimentari e ornamenti dedicati in modo particolare al tema natalizio.

Dove mangiare

Baltimora cosa vedere baltimora maryland attrazioni baltimoraNon si può lasciare la città senza aver provato la cucina locale. Il Lexington Market (400 W. Lexington St.-downtown), il più vecchio mercato degli Stati Uniti, è un grande ambiente dove, dal 1782, diversi venditori di prodotti alimentari propongono cibi locali e sapori dal mondo a costi molto contenuti ed è possibile gustarli sul posto. L’edificio è aperto dalle 6 alle 18 dal lunedì al sabato e le bancarelle sono attive dalle 8.30 ma, visto l’apprezzamento, è in corso il progetto di prolungare l’orario di chiusura.

Nell’area di Port Covington (S.Baltimore) il Nick’s Fish House (2600 Insulator Dr.) è specializzato in pesce. Qui si possono gustare a prezzi medi gamberetti e granchi al vapore con cipolla e salsa, panini con carne di granchio, formaggi, pomodori ed erbe aromatiche, alette di pollo al barbeque, panini con tacchino, bacon, formaggio gouda e peperoni rossi, nonché diversi piatti a base d’insalate. Il locale, in stile rustico con qualche tocco moderno e un lungo patio in legno rivolto al fiume, è aperto per pranzo e cena e propone musica dal vivo dal giovedì alla domenica.

Nella zona dell’Inner Harbor segnaliamo, a prezzi medio-alti, McCormick & Schmick’s (201 E. Pratt St.) che sforna in un’atmosfera tranquilla classica cucina americana come insalata con noci candite, formaggio & aceto balsamico, burger con formaggio cheddar, bacon croccante & funghi, linguine con pollo, cocktail di gamberetti, costolette al barbeque. Aperto a pranzo e cena, si può scegliere di mangiare all’interno, nel patio (con vista sulla nave da guerra situata nell’Inner Harbor) oppure al bar.

Presso il Renaissance Baltimore Harborplace Hotel (202 E. Pratt St.) il Watertable è un ristorante con cucina contemporanea americana che tiene a segnalare ai clienti l’utilizzo di ingredienti naturali, locali, freschi e stagionali. Fra le varie proposte del menu, troviamo zuppa di granchio, costolette con formaggio e cipolle brasate, burger con pregiata carne angus, pomodoro, lattuga con funghi e Mac’nCheese. Aperto a colazione, pranzo e cena propone piatti a prezzi medio-alti in un locale raffinato. Dal 5° piano si ha un eccezionale vista dell’Inner Harbor. Il parcheggio in loco costa 28$, meglio quindi considerarne uno con parchimetro intorno all’Inner Harbor. Power Plant Live (34 Market Pl.), ad un isolato dall’Inner Harbor, è un indirizzo da annotare, un gettonatissimo punto di riferimento per la ristorazione (cucina americana, italiana, messicana) e l’intrattenimento con bar e locali con musica.

Dove dormire a Baltimora

A chi decide di pernottare in città segnaliamo alcune strutture ricettive tenendo presente che molti alberghi nell’Inner Harbor e nel downtown hanno il parcheggio a pagamento. A due isolati dall’Inner Harbor e dal centro convegni lHampton Inn & Suites Inner Harbor (131 E. Redwood St.) si trova in un edificio storico del 1906. Le camere sono spaziose, dotate di wi-fi, forno a microonde e frigorifero. Le studio suite hanno uno spazio extra e un divano letto. L’hotel è dotato di piscina interna riscaldata, fitness center, business center, gift shop, snack shop, lavanderia e la colazione è compresa nella tariffa. Gli animali non sono ammessi e il parcheggio ha un costo di 35$.

A pochi minuti dall’Inner Harbor il Best Western Plus Hotel & Conference Center (5625 O’Donnell St.) propone camere con macchina per il tea/caffè, forno a microonde, frigorifero e wi-fi. A disposizione dei clienti wi-fi, lavanderia, ristorante, meeting room, business room, parcheggio gratuito, piscina interna riscaldata e colazione inclusa. Gli animali non sono ammessi.

A breve distanza a piedi dall’Inner Harbor il 1840s Carrollton Inn (50 Albemarle St.) è un boutique hotel composto da una serie di case a schiera risalenti al 19° secolo. Le camere e le suite dal piacevole sapore antico sono tutte arredate in modo diverso comunque con frigorifero, forno a microonde e wi-fi. Alcune hanno caminetto e jacuzzi. La struttura ha un parcheggio privato e un giardino con ampia area cortile. I prezzi sono per occupazione doppia con l’aggiunta di 25$ per un ulteriore occupante e la colazione è compresa.

Nei pressi dell’Edgar Allan Poe House & Museum l’HI – Baltimore Hostel (17 W. Mulberry St.) è un’ulteriore opzione. Si trova in una villetta a schiera, una struttura con patio e area parcheggio. La colazione è compresa nella tariffa, gli ospiti hanno a disposizione una cucine e un bel salotto in stile antico. Essendo un ostello, comunque ben curato, le camere vengono condivise con altri ospiti.

Trova un albergo a Baltimora

I dintorni di Baltimora

Se state programmando un itinerario della east coast noterete che Baltimora si trova in una posizione fortunata fra Philadelphia e Washington DC, cosa che la rende un’ottima sosta intermedia per visitare queste due città. Per raggiungere la capitale americana impiegherete infatti circa un’ora, mentre per visitare Philadelphia poco meno di due ore. Se vi state chiedendo in quanto tempo riuscirete a raggiungere New York mettete in conto almeno tre ore e mezzo.

Sulla costa fra Baltimora e Washington si trova anche la graziosa cittadina di Annapolis, capitale del Maryland, che con le sue caratteristiche case storiche in mattoni e il suo porticciolo affacciato sulla Chesapeake Bay è sicuramente una sosta consigliata se si vuole provare la sensazione di fare un passo indietro nel tempo.

A pochi minuti di macchina da Baltimora si trova anche la penisola dell’Eastern Shore con i suoi tipici villaggi di pescatori e paesaggi rurali che, con le loro fattorie e chiese in legno, ricordano i panorami che si possono ammirare negli stati del sud.

Sempre restando in tema di natura a circa un’ora di macchina si può raggiungere il parco delle Great Falls in Virginia dove potrete seguire le evoluzioni del fiume Potomac, che crea delle graziose cascate prima di raggiungere la città di Washington.

Tour New York + East Coast: viaggio organizzato di 10 giorni

Tour New York + East Coast

Il tour organizzato che vogliamo presentarvi oggi è l’ideale per chi voglia conoscere con il supporto di una guida le tappe più affascinanti del Nord-Est americano: dieci giorni sono la misura perfetta per conoscere città della costa est americana come Boston, Washington, New York, Philadelphia, senza perdersi escursioni intermedie come le poderose Niagara Falls, il villaggio Amish di Lancaster, la tappa canadese di Toronto e la visita di città minori come Stockbridge, Baltimora e Gettysburg.

new york east coast

[adToAppearHere] Chi – per il timore di perdersi qualcosa tra una tappa e l’altra –  non si senta in grado di organizzare in autonomia un viaggio così ricco e vario, e voglia dunque partecipare a questo tour New York + East Coast, potrà ricevere le informazioni e i chiarimenti che desidera scrivendo direttamente al nostro tour operator affiliato che gestisce questo pacchetto. Qua sotto il link al form per la richiesta di informazioni.

[buttonToAppearHere]

[toc]

Itinerario di viaggio New York + East Coast

Di seguito, una sintesi di cosa vi aspetta durante questo tour del Northeast USA di 10 giorni. Segnaleremo anche gli alloggi previsti e le attività facoltative non incluse nel prezzo.

Giorni 1-2: New York

Brooklyn Bridge ParkI primi due giorni sono dedicati alla Grande Mela, la città più rappresentativa di tutti gli Stati Uniti: New York. Manhattan brulica di quartieri tutti da scoprire: partendo dall’inconfondibile trionfo di luci di Times Square, non si può assolutamente rinunciare a visitare il Theatre District, Broadway, poi i coloriti quartieri di Chinatown e Little Italy, le vivaci correnti modaiole che si respirano a SoHo e TriBeCa, i vertiginosi grattacieli di New York, l’elegante Greenwich Village e molto altro.

Potrete esplorare la città con l’aiuto di una guida newyorkese, ma avrete anche tempo di girarla liberamente, scegliendo di approfondire ciò che più vi incuriosisce: l’importante è cercare di entrare il più possibile nell’atmosfera della “Città che non dorme mai”! Come attività opzionali non incluse nel prezzo finale, il tour operator consiglia la crociera Liberty Cruise, oppure il volo in elicottero su New York. O ancora la visita del Rockfeller Center… le possibilità sono davvero innumerevoli.

Giorno 3: Boston

Quincy Market BostonIl terzo giorno del vostro tour sulla costa occidentale USA prevede una partenza mattutina (ore 7.30) alla volta di una delle città più antiche e affascinanti di tutti gli Stati Uniti: Boston! Questa città, che visiterete con la guida, è ricca di storia dai tempi dei coloni fino a quelli della Guerra d’Indipendenza, di cui è stata uno dei principali palcoscenici.

La tappa di Boston prevede anche un po’ di tempo libero, durante il quale è caldamente consigliato l’itinerario del Freedom Trail, una passeggiata che è un viaggio di 200 anni nella storia americana. La giornata prevede anche una visita di Cambridge, dove si trovano università rinomate come Harvard e il MIT. La cena in un ristorante locale è compresa nel prezzo!

Giorno 4: Stockbridge

Tour New York East CoastDopo la prima colazione, vi aspetta un lungo viaggio attraverso le strade del Massachusetts, con una sosta in una graziosa cittadina del New EnglandStockbridge, con le sue tradizionali casette lungo la Main Street rese celebri dai quadri del pittore Norman Rockville, che qui ha vissuto ed esercitato la sua disciplina artistica.

Il viaggio continua tra i panorami collinari dello Stato di New York, attraversa la florida regione dei Finger Lakes, famosa per la produzione vinicola. L’arrivo alle Cascate del Niagara è previsto per la serata: nell’omonima Niagara Falls (lato canadese) avrete occasione di passare una bella serata in attesa di vedere da vicino le cascate.

Giorno 5: Toronto e Cascate del Niagara

Tour New York Cascate del NiagaraDal momento che vi trovate oltre il confine con il Canada, perché non approfittarne per dirigersi alla volta della modernissima città di Toronto? Il tour prevede infatti una visita mattutina della nota metropoli canadese, che con le sue architetture contemporanee vi lascerà di stucco: vedrete lo Stadio Skydome e la CN Tower, praticamente il simbolo che rende la città nota in tutto il mondo. Il tour guidato prevede anche la visita dell’Eaton Center e del Queens Terminal, in centro città. Sulla strada del ritorno verso Niagara Falls, tappa enogastronomica nella regione vinicola canadese.

Non appena tornati, potrete finalmente salire sul battello Hornblower, gemello canadese della Maid of the Mist. Per chi lo desidera, è possibile fare anche un volo panoramico in elicottero sulle Niagara Falls, per vedere le cascate da una prospettiva mozzafiato, ma l’attività è opzionale e non inclusa nel prezzo. La cena nel ristorante panoramico dell’hotel è inclusa nel pacchetto, ma la vista sulle cascate non ha prezzo!

Giorno 6: Lancaster

Amish Country Cosa Vedere a PhiladelphiaOggi farete un altro lungo viaggio, diretti a Lancaster, dove risiede la comunità Amish della Pennsylvania una delle più importanti di tutti gli Stati Uniti. Il tour di giornata è dedicato interamente alla scoperta degli usi e delle tradizioni di questa antica e importante comunità religiosa di origine tedesca, insediatasi negli USA nella prima metà del Settecento: per immedesimarsi in uno stile di vita così particolare niente di meglio che visitare una fattoria Amish con una guida del luogo. La cena è in hotel è inclusa nel prezzo.

Giorno 7: Gettysburg e Baltimora

Tour New York East CoastDurante il viaggio verso Washington potrete visitare due città che solitamente non vengono citate insieme alle città più famose della East Coast, tanto da rimanere fuori dai tour classici: Gettysburg e Baltimora. La prima è nota per essere stata il campo di battaglia di un sanguinoso scontro della Guerra Civile, nel 1863: visiterete questo luogo, dove hanno perso la vita oltre 50.000 persone. Prima di arrivare a Washington avrete la possibilità di visitare Baltimora, che sorge sulle rive del fiume Patapsco, nel Maryland. Come attività opzionale (non compresa nel prezzo) è possibile fare un night tour di Washington, città che approfondirete il giorno successivo.

Giorno 8: Washington

Visitare il Washington Monument

Passerete l’ottavo giorno alla scoperta di Washington, la capitale degli Stati Uniti, una città che è entrata nell’immaginario comune come il centro politico americano. Il programma della visita guidata prevede un itinerario alla volta dei luoghi di interesse più importanti della città: la Casa Bianca, il Campidoglio, il Lincoln Memorial, il Vietnam Veterans Memorial e cimitero di Arlington. Il resto della giornata è libero, ma è consigliabile spendere un po’ di tempo per osservare l’immensa Biblioteca del Congresso, una tra le più grandi al mondo.

Giorni 9-10: Philadelphia e New York

Tour PhiladelphiaDopo la visita dell’attuale capitale americana, oggi visiteremo una città ricca di storia che è stata invece la prima capitale a stelle e strisce: Philadelphia, la “Città dell’Amore Fraterno”. Visiterete l’area verde dell’Independence National Historical Park, che conserva alcuni monumenti che simboleggiano in modo esemplare gli eventi più importanti della Guerra d’Indipendenza Americana, in particolare la Liberty Bell e la Independence Hall, dove il presidente Jefferson proclamò l’indipendenza americana.

Pranzo incluso nel prezzo. La tappa a Philadelphia è l’ultima prima di tornare a Manhattan, nella quale è previsto l’arrivo alle ore 17: il pomeriggio e la serata sono libere. Il giorno successivo, dopo la colazione, è in programma il volo di ritorno dall’aeroporto di New York.

[buttonToAppearHere]

Alloggi lungo il percorso (riepilogo)

I pernottamenti previsti saranno nei seguenti hotel o in strutture similari:

Attività opzionali (riepilogo)

Tutte le seguenti attività opzionali non sono prenotabili in anticipo e dovranno essere pagate in loco.

La quota include

  • Trasferimento dall’aeroporto all’hotel e viceversa
  • Volo A/R a New York da Milano e Roma (tasse comprese). Se la partenza è da altre città è previsto un supplemento
  • 9 pernottamenti in hotel di prima categoria
  • Assicurazione medica (con massimali € 250.000)
  • 9 prime colazioni, 1 pranzo e 3 cene
  • Visita guidata in italiano a New York, Boston, Niagara Falls, Toronto, Gettysburg, Washington D.C., Philadelphia
  • Amish Experience Tour
  • Biglietto per il battello “Hornblower Niagara Cruises”
  • Pullman con aria condizionata
  • Servizio di facchinaggio in tutti gli hotel

La quota non include

  • Mancia di 3$ al giorno a persona all’autista e di 4$ al giorno a persona alla guida
  • I pasti non indicati nella sezione “La quota include”
  • Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa) 5%
  • Escursioni facoltative
  • Extra e tutto ciò che non è previsto dal programma

Nota bene

  • Il tour New York + East Coast è riservato ai bambini che abbiano dagli 8 anni compiuti in su
  • Se in una camera con 2 adulti ci sono ragazzi con meno di 17 anni, questi pagano la tariffa ridotta, mentre gli adulti pagano le quote a persona in camera doppia
  • L’eventuale estensione del tour con la vacanza sulla Riviera Maya in Messico può comportare un considerevole aumento del prezzo (sia per gli spostamenti via aerea che per i costo dei servizi a terra

[buttonToAppearHere]

Montréal New York: tour organizzato di 13 giorni tra Canada e USA

Tour da Montreal New York 01

Molti di noi partirebbero anche domani per un viaggio negli USA, la destinazione entrata nel cuore di chi legge e di chi scrive su questo sito. Ma visto che bisogna lasciarsi alle spalle un intero oceano per mettere piede sul suolo americano, perché non prendere in considerazione l’idea di fare un salto anche in Canada, già che ci siamo? La tentazione è grande, e in effetti non sono rari i tour combinati USA-Canada per chi vuole scoprire le bellezze di uno e dell’altro stato.

Il rischio però è quello di organizzare un itinerario un po’ pasticciato e di visitare le attrazioni in modo approssimativo: ecco perché oggi vogliamo segnalarvi un interessante tour organizzato Montréal – New York in 13 giorni, che farà al caso di chiunque non abbia tempo e voglia di organizzare il viaggio in modo autonomo.

A differenza del tour Toronto – New York in 8 giorni (nel quale Toronto è semplicemente una tappa di avvicinamento alle Niagara Falls) il viaggio organizzato da Montréal a New York non si limita a percorrere un itinerario tra Pennsylvania, Maryland e Stato di New York, ma comprende anche alcune affascinanti tappe canadesi, che possono essere approfondite in modo soddisfacente.

Prima di andare a illustrarvi l’itinerario del tour nei dettagli, voglio ricordarvi che è possibile fare ogni tipo di richiesta all’agenzia affiliata che gestisce direttamente il tour: è sufficiente cliccare sul link qua sotto e compilare il form con i dati richiesti.

[buttonToAppearHere]

[toc]

Itinerario di viaggio del tour Montréal – New York

Giorni 1-2: arrivo a Montréal e visita

Tour Montreal New YorkIl primo giorno è da considerarsi speso per il volo dall’Italia al Canada: l’atterraggio è appunto previsto a Montréal, dove pernotterete. Il trasferimento dall’Aeroporto Internazionale di Montréal-Pierre Elliott Trudeau all’hotel Les Suites Labelle è compreso nel pacchetto. La cena e la serata sono libere, ma potreste anche decidere di riposarvi, visto che il giorno successivo dovrete essere belli vispi e pronti alla visita della città.

Il tour guidato del secondo giorno vi porterà alla scoperta di questa città moderna dal cuore francese: vedrete come gli antichi quartieri di Vieux Montréal e Vieux Port convivono con le nuove aree urbane. Dopo aver visitato la città, avrete la possibilità di vederla dall’alto sul belvedere del Mont Royal Park, che offre scorci davvero suggestivi su grattacieli, monumenti e luoghi d’interesse come il Saint Joseph Oratory, la basilica di Notre Dame e l’Olympic Park, costruito per le Olimpiadi del 1976.

Giorno 3: Visita di Quebéc City

Tour Montreal New YorkAl mattino del terzo giorno è previsto un viaggio di 2.40 verso Québec: visiterete un insediamento Huron, la ricostruzione fedele di un tradizionale villaggio indiano. Questa sarà l’occasione di conoscere usi, costumi, tradizioni e storia del popolo indiano che ha abitato questi luoghi del Canada. Dopo il pranzo libero, è prevista una visita guidata di Québec City, la città più antica di tutto il Canada nonché capitale della provincia omonima.

Passeggiando con la guida, vi sembrerà di trovarvi in un’antica cittadina francese: le alte mura, le possenti fortificazioni e la cittadella sul fiume San Lorenzo, l’edificio del Parlamento, i quartieri di Vieux Port, Place Royale e Petit-Champlain… un’esperienza fuori dal tempo! Se avete scelto di integrare il pacchetto con il supplemento mezza pensione, potrete partecipare a una cena in una caratteristica capanna dove tradizionalmente viene preparato lo sciroppo d’acero. Il pernottamento è in città.

Giorno 4: Visita di Tadoussac

Tour Montreal New YorkIl giorno 4 prevede un viaggio per Tadoussac tramite la meravigliosa strada panoramica di Charlevoix, che segue il corso del fiume San Lorenzo. Il programma prevede anche una sosta molto interessante nel villaggio della Baia Saint-Paul, famoso per essere meta prediletta di artisti e  pittori. A Tadoussac è previsto il pranzo libero e poi una crociera sul fiume con attività di whale watching. Il pernottamento è previsto nuovamente a Quebéc City.

Giorno 5: Visita di Ottawa

Tour Montreal New YorkGiornata nella regione dell’Ontario, alla scoperta della capitale del Canada, Ottawa. Visiterete la Colline du Parlement, e attrazioni simbolo come il Mémorial National, il Centre National des Arts, le ambasciate e le residenze ufficiali, la Laurier House e il Canale Rideau. A questo tour approfondito seguirà un gradevole pranzo nel Byward Market, dove potrete girovagare tra negozi e botteghe di artigianato. Il pernottamento è a Ganonoque, in vista della crociera del giorno successivo

Giorno 6: crociera a Ganonoque e visita di Toronto

Toronto New yorkOggi vi aspetta una bellissima esperienza a bordo di una nave da crociera sul fiume San Lorenzo. La 1000 Island Cruise (Crociera delle 1000 isole) è in partenza dalla piccola cittadina costiera di Ganonoque e vi porterà alla scoperta delle numerose e rigogliose isole disseminate su questo tratto del fiume San Lorenzo. Dopo il pranzo libero, partirete alla volta di Toronto: il pomeriggio è dedicato a un tour alla scoperta di cosa ha da offrire questa città.

Tra le altre cose, visiterete l’ottocentesca Saint Michael Cathedral, la City Hall, i grattacieli del Financial District e la CN Tower, vero e proprio simbolo di Toronto. La cena è inclusa nel prezzo per chi ha scelto l’opzione mezza pensione.

Giorno 7: visita delle Cascate del Niagara

Tour New York Cascate del NiagaraPartirete al mattino da Toronto per fare ingresso negli USA: vi aspettano le indimenticabili Cascate del Niagara, un simbolo dell’inaudita potenza della natura. Il programma prevede la classica crociera sul celebre battello Maid of the Mist, che è in grado di avvicinarvi sensibilmente alle cascate: preparatevi a ricevere qualche schizzo di troppo!

Dopo il pranzo libero, il pomeriggio è libero e vi da la possibilità di visitare Niagara Falls come meglio preferite: alcune attività opzionali consigliate (non comprese nel prezzo) sono il volo panoramico in elicottero sulle cascate, il tour “Journey behind the Falls” e la Cave of the Winds. La cena è prevista solo se avete scelto l’opzione mezza pensione.

Giorno 8: visita di Corning e Harrisburg, arrivo a Lancaster

Amish Country Cosa Vedere a PhiladelphiaTappa mattutina a Corning, nello stato di New York, meta poco battuta dai tour classici. Corning è una piccola cittadina conosciuta essenzialmente per aver basato la propria economia nella produzione del vetro: la visita del Corning Glass Center vi farà conoscere la storia dell’industria cittadina e vi darà informazioni e curiosità sui metodi di lavorazione del materiale.

Dopo il pranzo libero, vi sposterete verso la capitale della Pennsylvania, Harrisburg: è prevista una passeggiata sul Riverfront, il lungofiume che offre belle viste sul Susquehanna, un tour al Campidoglio della Pennsylvania e al Capitol Park. Seguirà lo spostamento verso Lancaster, nella quale sarà allestita – per chi ha scelto l’opzione mezza pensione – una tradizionale cena Amish.

Giorno 9: visita di Lancaster e di Washington DC

Washington Monument Cosa VedereDopo la cena del giorno precedente, anche la mattina del settimo giorno è dedicata alla cultura Amish. Avrete la possibilità di fare una visita guidata di un fattoria gestita direttamente da una comunità Amish della Pennsylvania, e di conoscerne la storia e la tradizione: la comunità di Lancaster è l’esempio vivente di quale sia il particolare stile di vita di questo noto gruppo religioso. Pranzo libero e partenza per la capitale degli Stati Uniti, Washington DC.

Vedrete i simboli inconfondibili del potere politico americano: la Casa Bianca, il palazzo della Corte Suprema, il Campidoglio e il National Mall, una camminata dove è possibile vedere alcuni imponenti monumenti ai presidenti americani. La cena in un ristorante con vista sul fiume Potomac è prevista solo per chi può usufruire della mezza pensione. Dopo cena, potreste decidere di fare un tour notturno di Washington: l’attività è da considerarsi opzionale e non compresa nel prezzo.

Giorno 10: visita di Annapolis e Philadelphia

Dove dormire a PhiladelphiaNon c’è due senza tre, così dopo la capitale della Pennsylvania e degli Stati Uniti, la mattina dell’ottavo giorno è dedicata alla scoperta della capitale dello stato del Maryland, Annapolis. Visiterete una città storica molto spesso ingiustamente ignorata dai tour della East Coast: la guida vi illustrerà attrazioni come la Maryland State House, il Saint John’s College e l’antica Saint Anne Church, che testimonia l’importanza storico-culturale di Annapolis. La prossima tappa dopo il pranzo libero è uno dei punti forti del tour: Philadelphia!

Città di importanza capitale per la storia degli Stati Uniti, l’anima storica di Philadelphia si mostrerà ai vostri occhi in un giro panoramico che comprende la Independence Hall e la Liberty Bell, due tappe dell’Independence National Historical Park che faranno venire i brividi d’emozione a chi la Dichiarazione d’Indipendenza Americana l’ha studiata solo sui libri (è conservata a Washington ma qui fu ratificata)! Dormirete in hotel a Philadelphia, dopo la cena prevista solo per chi ha scelto l’opzione mezza pensione.

Giorni 11-13: visita di New York

Central Park cosa vedereIl vostro viaggio volge al termine, ma l’ultima tappa è forse la più attesa di tutte: vi aspetta infatti la visita di New York, la città più rappresentativa di tutti gli Stati Uniti! Prima di visitare Manhattan, entrerete nel cuore del giovane e vivace distretto di Brooklyn, in un tour che ha come tappe principali lo spazio verde di Prospect Park e il quartiere di Park Slope. Dopo il pranzo libero, vi aspetta il cuore pulsante di Manhattan: Times Square!

Poi sarà il turno della famosa Quinta Strada, o, per meglio dire, la 5th Avenue, lungo la quale si susseguono punti di interesse imperdibile come la Cattedrale di St. Patrick e il Rockfeller Center. A concludere il tour pomeridiano, visiterete altri famosi quartieri di Manhattan, come l’elegante Greenwich Village, l’estrosa Soho e il quartiere etnico di Chinatown. La cena, come di consueto, è riservata a coloro che hanno la mezza pensione, mentre il Night Tour a New York è un’opzione aggiuntiva al pacchetto da non sottovalutare. Il pernottamento è proprio a Manhattan.

Il giorno successivo vi vedrà ancora nella Grande Mela, ma stavolta visiterete due attrazioni che sono un vero e proprio must in un tour di New York che si rispetti: la Statua della Libertà ed Ellis Island. La crociera è inclusa nel prezzo. Dopo il pranzo libero, ci si arrampicherà fino all’86° piano del famoso Empire State Building per vedere New York dall’alto dell’Osservatorio. Ciò che resta del pomeriggio e della sera è a vostra disposizione per visitare la città, ma la cena a Times Square è solo per chi ha il supplemento mezza pensione!

L’ultimo giorno a New York: è tempo di tornare, ma non subito! Avrete infatti a disposizione l’ultima mattinata, che potreste riempire con un bel tour in elicottero e New York (attività opzionale non compresa nel prezzo). Questa potrebbe essere l’ultima emozione a stelle e strisce, prima di tornare a casa in aereo!

[buttonToAppearHere]

Alloggi lungo il percorso (riepilogo)

Attività opzionali consigliate (riepilogo)

  • Nigth Tour a New York (sarà possibile prenotare solo durante il tour)
  • Tour in elicottero su New York (durata: 15 minuti)
  • Tour delle Cascate del Niagara in elicottero
  • Night Tour di Washington (sarà possibile prenotare solo durante il tour)

La quota include

  • Voli aerei A/R dai più importanti aeroporti italiani
  • Trasferimento aeroporto-hotel e viceversa
  • Pernottamenti in hotel (camera doppia)
  • Colazioni americane
  • Assicurazione medica (massimali a € 250.000.)
  • Documentazione per ingresso in USA: Visto ESTA
  • Spostamenti in pullman o minibus (da 2 a 18 persone) climatizzati
  • Guida italiana
  • Ingresso e visita delle attrazioni, come da programma:
    • Sito Huron in Canada
    • 1000 Island Cruise
    • Battello Maid of the Mist
    • Whale Watching Cruise
    • Ingresso al Corning Glass Center e guida
    • Visita guidata alle fattoria Amish
    • Ingresso alla Independence Hall
    • Crociera verso la Statua della Libertà ed Ellis Island (con Immigration Museum e audioguida)
    • Ingresso all’osservatorio Empire State Building (86° piano)
  • Tasse e servizio

Si può ottenere il supplemento mezza pensione: sono previste 11 cene (vedi programma dettagliato) 

La quota non include

  • Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa)
  • Mance per le guide (4$ al giorno) e autisti ($3 al giorno)
  • Spese personali
  • Pranzi e cene (quest’ultime nel caso non sia scelga il supplemento mezza pensione)
  • Facchinaggio
  • Extra e tutto ciò che non è indicato nel programma

Nota bene

Il tour da Montréal a New York è in partenza con un minimo di 2 persone e un massimo di 50 persone.

[buttonToAppearHere]

 

Toronto New York: tour organizzato di 8 giorni in lingua italiana

Tour Toronto New York

8 giorni per un tour negli Stati Uniti sono pochi, specialmente per chi non sa da dove cominciare per organizzare il proprio viaggio in autonomia. Al contrario, 8 giorni negli Stati Uniti non sono pochi se ci si affida a un tour organizzato come quello che oggi vi consigliamo: vogliamo parlarvene perché il vantaggio di questo viaggio da Toronto a New York in 8 giorni è quello di inserire in un così breve periodo di tempo tappe di grande interesse, come le cascate del Niagara, Washington, Philadelphia, Lancaster e New York, ma anche mete meno battute dai tour tradizionali come Corning, Harrisburg e Annapolis.

Prima di illustrare nei dettagli come si svolgerà il viaggio e quali sono le tappe previste in Canada e negli stati di New York, Pennsylvania e Maryland, voglio segnalarvi la possibilità di fare qualsiasi tipo di domanda o richiesta all’agenzia a noi affiliata che gestisce questo tour: vi basterà cliccare il link sottostante e compilare il form.

[buttonToAppearHere]

[toc]

Itinerario di viaggio del tour Toronto – New York

da toronto a new york

Giorno 1: Toronto

Toronto New yorkIl primo giorno è riservato al viaggio in aereo: l’atterraggio è previsto a Toronto, in quanto la città canadese è un punto strategico per la visita delle Cascate del Niagara del giorno successivo. Dopo il trasferimento all’hotel e la sistemazione, è prevista la serata libera: organizzate al meglio la vostra cena a e riposatevi: il secondo giorno vi aspetta una giornata intensa!

Giorno 2: Niagara Falls

Tour New York Cascate del NiagaraPronti, via! Dopo uno spostamento di poco più di un’ora in pullman arriverete di fronte all’immenso e potente spettacolo naturale delle Cascate del Niagara. Il vostro tour include una crociera sul famoso e storico battello Maid of the Mist, che vi porterà proprio sotto lo scrosciante getto delle cascate.

Dopo esservi rifocillati con un pranzo libero, avrete tutto il pomeriggio per continuare a visitare Niagara Falls. Le attività e i tour in zona sono molti: cito il volo panoramico in elicottero sulle cascate, il tour “Journey behind the Falls” e la Cave of the Winds (attività opzionali non comprese nel prezzo). Il pernottamento è a Niagara Falls e la cena è compresa se avete scelto l’opzione mezza pensione.

Giorno 3: Corning – Harrisburg – Lancaster

Amish Country Cosa Vedere a PhiladelphiaLa tappa di oggi è in classico stile on the road: macinerete molti chilometri ma avrete l’occasione di conoscere alcuni centri urbani poco noti ma decisamente interessanti per i più svariati motivi. Il primo che incontrerete è Corning, nello stato di New York, una cittadina famosa per la produzione del vetro: potrete anche visitare il Corning Glass Center, per saperne di più sulla storia della produzione locale e sui metodi di lavorazione del vetro.

Dopo il pranzo libero, vi aspetta la visita pomeridiana della capitale dello stato della Pennsylvania, Harrisburg: vedrete lo State Capitol con il parco antistante e camminerete sul lungofiume, il Riverfront che costeggia il corso del Susquehanna River. L’ultima tappa giornaliera sarà a Lancaster, dove sarà possibile gustare una cena tradizionale Amish (opzione mezza pensione).

Giorno 4: Lancaster e Washington DC

Escursione da New York a Washington DC

La mattinata è tutta dedicata alla cultura Amish, che già avevate “assaggiato” la sera precedente: il pacchetto include infatti la visita guidata di una fattoria e delle cascine di una comunità Amish della Pennsylvania.Vi sarà possibile conoscere da vicino gli usi, i costumi e le tradizioni di una delle più antiche comunità religiose in USA.

Dopo l’abituale pranzo libero, il programma prevede la visita dei Washington DC, la capitale degli Stati Uniti: il tour guidato toccherà la Casa Bianca, il palazzo dove ha sede la Corte Suprema, lo State Capitol e il National Mall, dove si potranno vedere le statue dei presidenti. Se avete scelto l’opzione mezza pensione potrete godere di una cena con vista sul fiume Potomac. Successivamente, non è da trascurare l’idea di fare un Night tour a Washington (attività opzionale non compresa nel prezzo).

Giorno 5: Annapolis e Philadelphia

Cosa Vedere a PhiladelphiaDopo aver visitato la capitale del Pennsylvania e degli Stati Uniti, oggi è il turno di Annapolis, capitale del Maryland e città ricca di storia e cultura. Il giro ad Annapolis comprende la visita guidata di attrazioni come la Maryland State House, il Saint John’s College e la chiesa di Saint Anne, fondata alla fine del 1600.

Dopo il pranzo libero, vi dirigerete verso Philadelphia, altra città di importanza storica fondamentale per gli Stati Uniti: qui sarà possibile ripercorrere gli eventi e i luoghi della Dichiarazione d’Indipendenza Americana, in quanto sono incluse nel tour la Independence Hall e la Liberty Bell, simboli di libertà per tutti gli americani e non solo! Il pernottamento è previsto proprio a Philadelphia, come anche la cena per chi usufruisce dell’opzione mezza pensione.

Giorni 6 – 8: New York

Vista Empire State Building

Dulcis in fondo… la Grande Mela! Da Philadelphia vi avvicinerete gradualmente al cuore di New York: prima di entrare a Manhattan, è previsto infatti un rapido ma intenso tour di Brooklyn, che vi porterà a Prospect Park e nel quartiere di Park Slope. Dopo il pranzo libero, arriverete in quello che proverbialmente è considerato il cuore pulsante di Manhattan: Times Square!

Vederete poi la prestigiosa 5th Avenue, che annovera attrazioni come la Cattedrale di St. Patrick e il Rockfeller Center. Poi il quartiere finanziario di Wall Street, i quartieri di Greenwich Village, Soho e Chinatown, per una prima panoramica abbastanza completa di ciò che offre New York. Cena (per chi ha scelto la mezza pensione), tour notturno a New York (opzionale, non compreso nel prezzo) e pernottamento in albergo a Manhattan.

Manhattan è grande e non si può pensare di visitarla in una giornata soltanto: la mattina del settimo giorno è dedicata infatti a una tappa che non può mancare in un tour di New York che si rispetti: la Statua della Libertà ed Ellis Island. Dopo la crociera e il pranzo libero, si tornerà sulla Quinta Strada per raggiungere l’osservatorio del leggendario Empire State Building. Prima della cena a Times Square (supplemento mezza pensione), avrete a disposizione il secondo pomeriggio per visitare liberamente ciò che più vi piace di New York.

Anche la mattina dell’ultimo giorno è libera: perché allora non fare un tour il elicottero e New York (attività opzionale non compresa nel prezzo)? Sicuramente è il modo migliore per salutare la Grande Mela, prima di salire sull’aereo e tornare a casa!

[buttonToAppearHere]

Alloggi lungo il percorso (riepilogo)

Attività opzionali consigliate (riepilogo)

  • Nigth Tour a New York: (prenotazioni solo durante il tour)
  • Tour in elicottero su New York (15 min.)
  • Tour Niagara in elicottero
  • Night Tour di Washington (prenotazioni solo durante il tour)

La quota include

  • Volo A/R dai principali aeroporti italiani
  • Trasferimento aeroporto-hotel e viceversa
  • 7 pernottamenti in camera doppia
  • 7 colazioni americane
  • Assicurazione medica (massimali a € 250.000.)
  • Visto ESTA
  • Spostamenti in pullman o minibus (per gruppi di meno di 18 persone) con aria condizionata
  • Guida in italiano
  • Ingresso e visita delle seguenti attrazioni
    • Battello Maid of the Mist
    • Ingresso al Corning Glass Center e guida
    • Visita guidata alle fattoria Amish
    • Ingresso alla Independence Hall
    • Crociera verso la Statua della Libertà ed Ellis Island (con Immigration Museum e audioguida)
    • Ingresso all’osservatorio Empire State Building (86° piano)
  • Tasse e servizio

A richiesta si può ottenere il supplemento mezza pensione che dà diritto ad usufruire a 6 cene (vedi programma dettagliato) 

La quota non include

  • Assicurazione annullamento viaggio (facoltativa)
  • Mance per guide (4$ al giorno per persona) e autisti ($3 al giorno per persona)
  • Spese personali (lavanderia, escursioni opzionali, uso del cellulare, bevande ecc.)
  • Pranzi (e cene, se non si è scelto il supplemento mezza pensione)
  • Servizio di facchinaggio
  • Tutti gli extra non indicati nel programma

Nota bene

Il tour da Toronto a New York parte con un minimo di 2 persone e un massimo di 50 persone.

[buttonToAppearHere]

New York Washington: come organizzare un tour in giornata

Escursione da New York a Washington DC

Se vi trovate a New York e avete voglia di scoprire un’altra bella e importante città nei dintorni della Grande Mela, una delle opzioni più valide –  e sicuramente tra le più gettonate dai viaggiatori e turisti –  è una visita a Washington, la capitale degli Stati Uniti, una città dove si respira il sogno americano, mutuando una appassionata espressione dal bellissimo pezzo del nostro Lorenzo, intitolato Cosa vedere a Washington.

In questo nostro articolo di approfondimento, vogliamo darvi tutte le informazioni per organizzare la vostra escursione da New York a Washington in giornata, dettagliando tempi, modalità e costi dei trasferimenti da una città all’altra. In questo modo, potrete organizzare con tutta calma la vostra visita a Washington DC, la città dove hanno sede i principali organi di governo americano, nonché una delle più note e affascinanti della East Coast.

Andiamo dunque a scoprire qual è il modo migliore di organizzare un itinerario lungo il tragitto New York Washington DC!

[toc]

New York Washington in auto: conviene?

New York Washington autoIn linea generale, prendere un’auto a noleggio a New York per recarsi a Washington in giornata non è affatto consigliabile, a causa dei prezzi spesso esagerati anche per periodi di noleggio molto brevi. Oltre a questo, è molto probabile che rimaniate imbottigliati nel traffico per uscire dal delirio di Manhattan e mettervi sulla strada della capitale.

Tuttavia, prendere un’auto a noleggio a New York può avere i suoi vantaggi se la vostra escursione extra-cittadina dura due o più giorni (e magari si protrae in altre zone della East Coast e non solo) e se siete 2 o più in auto: in questi due casi, la spesa verrebbe abbastanza ammortizzata – specialmente confrontandola con le tariffe dei treni a persona – ma rimarrebbero comunque alcuni grattacapi non proprio simpatici:

  • trovare un parcheggio, nel caso il vostro hotel a Washington non ne sia dotato;
  • mettere in conto almeno 4 ore sulla I -95 per lo spostamento da New York a Washington, traffico permettendo.

Se sulla vostra personale bilancia sono più pesanti i pregi dei difetti, vi rimandiamo alla nostra pagina dedicata al noleggio auto USA, dove potrete trovare consigli e dritte per strappare un’offerta low cost.

New York Washington in treno: la soluzione più veloce

New York Washington TrenoProbabilmente, se avete deciso di fare una scappata da New York a Washington in giornata, piuttosto che all’auto, avrete subito pensato al treno, che effettivamente è il mezzo di trasporto più comodo e veloce per spostarsi tra le due città. Andiamo subito a scoprire quali tipologie di treno sono disponibili, che prezzi hanno e quanto tempo occorre per coprire la tratta.

I treni più economici e più lenti di Amtrak, la compagnia ferroviaria di riferimento per le tratte extraurbane in USA, sono tutti in partenza dalla Penn Station di New York:

  • Carolinian
  • Northeast Regional
  • Palmetto
  • Vermonter

Questi quattro treni impiegano una media di 3,20 h e si può risparmiare notevoli cifre se si riesce ad aggiudicarsi i biglietti di categoria Saver o Value, che vanno dai 49 agli 88 dollari. Se ci si riduce all’ultimo momento, si rischia di dover acquistare le ben più costose tariffe Premium e Flexible, per le quali dovrete pagare dai 133 ai 173 dollari, sostanzialmente per arrivare allo stesso orario.

Il treno più frequente è il Northeast Regional (un treno in partenza ogni ora), mentre il Carolinian, il Palmetto e il Vermonter sono treni più rari, solitamente in partenza al mattino presto: con tutta probabilità, il vostro treno sarà un Northeast Regional.

Se invece è vostra intenzione usufruire di un treno più veloce –  non poi così tanto, in verità! – dovrete comprare un biglietto del treno Acela Express: il treno parte da Penn Station dalle 6 di mattina fino alle 21 circa e impiega 2.50 h a percorrere la tratta New York-Washington. Non è un gran guadagno di tempo, voi direte… beh, in una sola giornata, quella mezz’ora messa in saccoccia non fa mai male! Certo, questo anticipo lo pagherete caro: la tariffa più bassa è la Value, e il prezzo sola andata è di circa 161 dollari, ma se volete viaggiare nelle classi migliori del treno dovrete sborsare fino a 280 dollari.

Non appena arrivati sui binari dell’impressionante edificio in stile neoclassico della Union Station di Washington, potrete cominciare subito il vostro tour alla scoperta della città.

New York Washington in autobus: la soluzione più economica

New York Washington busChi di voi valuti la spesa del treno un po’ eccessiva, probabilmente verrà attirato dal bus. Economicità, certo ma a che costo? Senza trascurare la scomodità del viaggio, non dimentichiamo che, proprio come l’auto, il tragitto New York-Washington è sottoposto all’incognita del traffico, sia per la Grande Mela che per la capitale. La scelta del bus diventa proibitiva nel fine-settimana, quando rischiate davvero di passare più di 5 ore sul seggiolino del bus.

Ad ogni modo, se il criterio di scelta è la spesa, andiamo a citarvi i servizi più concretamente affidabili, in un rapporto qualità-prezzo.

  • Greyhound: per nostra diretta esperienza e non solo, la compagnia più nota e affidabile. Il prezzo si aggira intorno ai 20 dollari per corsa singola, con consistenti sconti (10 dollari) nel caso di acquisto online. Mettete in conto almeno 5 ore di viaggio. La fermata dei bus a Washington è in 1005 First St, a dieci minuti a piedi dalla Union Station, mentre a New York si trova al Port Authority Bus Terminal (625 8th Avenue), a 500 metri da Penn Station.
  • Washington Deluxe: una buona alternativa a Greyhound è il bus di Washington Deluxe, che offre un ottimo servizio e viaggi confortevoli e abbastanza in orario secondo molte recensioni. Il prezzo si aggira intorno ai 21 dollari e, diversamente da altre compagnie di autobus minori, ferma vicino alle stazioni ferroviarie principali di Manhattan e Washington.

Tour organizzati da New York a Washington: la soluzione più comoda

Se vi piacerebbe visitare Washington in tranquillità e senza pensieri e state pensando di affidarvi a un tour organizzato, potete usufruire di alcuni interessanti pacchetti viaggio, che comprendono vari servizi e optional inclusi nel prezzo, nella comodità di non dovervi occupare degli aspetti organizzativi e logistici.

Gita di un giorno da New York a Washington in treno

  • Durata: 12-16 ore
  • Cosa include: biglietti del treno a/r da Penn Station, trasferimento tra la stazione e il centro di Washington, pass giornaliero per bus hop-on hop-off  (autobus sali-scendi per la visita delle attrazioni) a Washington, pranzo all’Hard Rock Cafe.

Prenota su GetYourGuide

Prenota su Expedia

Prenota su Viator

Tour di 1 giorno da New York a Washington in bus

  • Durata: 12-14 ore circa
  • Cosa include: spostamento dal centro di Manhattan a Washington in bus con aria condizionata, tour panoramico guidato in italiano o inglese, visita ai principali siti più rappresentativi del National Mall di Washington DC, wi-fi a bordo.

Prenota su Hellotickets

Inserisci il codice VIAGGIUSA per ottenere 10 euro di sconto su un acquisto minimo di 150 euro

Prenota su GetYourGuide

Prenota su Viator

Tutti i tour da New York a Washington disponibili

L’offerta di escursioni organizzate da New York a Washington DC è decisamente vasta, per vederla nella sua completezza potete fare riferimento ai link inseriti di seguito:

Tutti i tour su Hellotickets

Inserisci il codice VIAGGIUSA per ottenere 10 euro di sconto su un acquisto minimo di 150 euro

Tutti i tour su GetYourGuide

Tutti i tour su Viator

Ora che avete tutti i dati per organizzare il vostro tour da New York a Washington, non vi resta che partire alla conquista del sogno americano!

Altre escursioni nei dintorni di New York

Per tutte le altre visite nei paraggi di New York date un’occhiata alla nostra sezione dedicata alle escursioni di New York.

Eastern Shore: fra villaggi di pescatori e paesaggi rurali

Eastern Shore
Eastern Shore
Eastern Shore: un itinerario ricco di bellezze rurali e villaggi di pescatori

Gli Stati Uniti d’America sono una vera e propria miniera di perle nascoste e oggi vorrei parlarvi di un itinerario che mi ha permesso di scoprirne molte: si tratta della splendida penisola dell’Eastern Shore, una zona della East Coast decisamente sconosciuta a noi turisti italiani, ma non certo agli americani in zona, che la usano sia per trascorrere le vacanze, sia per godersi un weekend rilassante.

Non a caso, ci sono andato su consiglio di un amico italiano trapiantato in America (grazie ancora Lorenzo senza di te mi sarei perso un’autentica perla!).

[adToAppearHere]La penisola, divisa dalla parte continentale (Western Shore) dalla baia di Chesapeake, appartiene a 3 stati del Mid Atlantic: il Maryland, la Virginia e il Delaware, ma il modo migliore per raggiungerla è dal primo, passando per Annapolis e attraversando l’impressionante Chesapeake Bay Bridge, un lungo ponte a 5 corsie e lungo quasi 7 km, che per molti anni ha detenuto il primato della struttura in acciaio più estesa sopra il mare.

Foto del ponte della Baia: il maestoso ingresso nella Eastern Shore

Viaggiare in macchina sul ponte della baia di Chesapeake è stata un’esperienza che ricordo ancora in modo vivido. Il fascino dell’avveniristica struttura sospesa sopra l’acqua, la fine del ponte che si perde nella nebbia lontana, il mare che sembra prolungarsi all’infinito e i numerosi gabbiani che sorvolano il passaggio delle macchine, quasi dandoci il benvenuto in un altro mondo.

Ed è proprio così infatti. Appena si entra nell’Eastern Shore il panorama si trasforma e si viene improvvisamente catapultati in paesaggi rurali pieni di fattorie, chiese in legno e cassette della posta tanto lontane dalle case d’appartenenza da richiedere una macchina per raggiungerle.

Insomma la sensazione che si prova è quella di essere improvvisamente approdati in un film on the road ambientato nel profondo Sud degli Stati Uniti, eppure stiamo facendo un viaggio sulla East Coast, a un’oretta da Washington!

Foto da un weekend on the road nell’affascinante campagna rurale dell’Eastern Shore

Se proseguiamo attraversando la campagna rurale fino alla costa troveremo un’altra caratteristica tipica della Eastern Shore: i villaggi di pescatori rimasti pressoché autentici. Sulla sponda ovest non perdetevi i graziosi St. Michaels e Oxford, mentre a Est c’è da rimanere sbalorditi dal fascino delle isole di Chincoteague e Assateague, con le loro spiagge che si affacciano sull’oceano.

Foto dei villaggi di Oxford e St. Michaels

L’isola di Chincoteague è un pittoresco borgo di pescatori, ma immerso in un contesto naturale incontaminato. La strada che conduce all’isola (Chincoteague Road) è molto suggestiva da attraversare in macchina, visto che si erge su una grande palude allo stato brado, con uccelli e gabbiani che, all’estremità opposta dell’isola, sembrano essere venuti ancora una volta a portarvi il loro saluto (forse anche con troppo entusiasmo, a un certo momento ho pensato che un gabbiano si sarebbe schiantato sulla macchina tanto volava vicino!).

Tre foto scattate a Chincoteague

Assateague Island invece è una vera e propria riserva naturale, dove l’uomo non sembra ancora aver messo piede e il paesaggio conserva il suo aspetto più selvaggio. È il luogo per chi cerca completa solitudine, ideale per contemplare l’oceano atlantico sulle bianche spiagge e, soprattutto, per ammirare uno spettacolo ormai piuttosto raro: i pony allo stato brado che corrono sulle acque. Poesia allo stato puro!

Foto di Assateague

Consigli su dove fermarsi a mangiare nell’Eastern Shore

Come già accennato, la sponda ovest della penisola si affaccia nella baia di Chesapeake, dove si trovano degli speciali granchi blu particolarmente saporiti che rappresentano l’ingrediente segreto della crab cake (torta di granchio), un piatto tipico locale che merita davvero di essere assaggiato.

Se passate in zona non perdetevi questi 2 ristoranti:

  • Bill’s Seafood Restaurant a Chincoteague (4040 Main Street), cucina di pesce abbondante e gustosa.
  • Harrison’s Chesapeake House, un rinomato ristorante di pesce sulla Wharf Road a Tilghman island, caratteristico borgo di pescatori vicino a St. Micheals. Il locale ideale per mangiare granchi freschi!

Dritte sul pernottamento

Varie sono le aree dove fermarsi a dormire nella Eastern Shore. Per esperienza, vi posso dire che è meglio prenotare in anticipo perché la zona, specie sulla costa nei weekend, è abbastanza battuta (io e mia moglie a Chincoteague siamo stati fortunati ad accaparrarci l’ultima camera rimasta…).

questa pagina trovate gli hotel più apprezzati dai viaggiatori italiani nella Eastern Shore.

Tappe consigliate per un itinerario

Great Falls Virginia: le grandi cascate a un passo da Washington

Great Falls Virginia
Great Falls Virginia
Great Falls Virginia: una bellezza naturale nascosta a pochi passi da Washington DC

[adToAppearHere] Il parco delle Great Falls segue il corso del fiume Potomac, trovandosi quindi a metà tra due stati del Mid Atlantic: la Virginia e il Maryland. Se vi trovate a Washington D.C. e avete voglia di fuggire un po’ dalla cultura e dai monumenti della capitale, questo è sicuramente il posto adatto: sono infatti solo una trentina di miglia di distanza e ne vale sicuramente la pena.

L’itinerario da Washington a Great Falls

itinerario great fallsCome ogni itinerario si inizia dalla strada. Da D.C. si prende la George Washington Memorial Parkway nel tratto nord, si svolta sulla I-495 e si prosegue fino all’uscita “VA-193 (Georgetown Pike) west” e qui inizia il bello. Se le strade americane vi sembrano troppo grandi e forse un po’ noiose, questo percorso vi sorprenderà.

Percorrerete circa 12-13 miglia immersi in boschi bellissimi, che durante la stagione estiva, grazie alla grande umidità della zona, sono di un verde meraviglioso. Nel tragitto che vi porta a Great Falls potrete ammirare le classiche case coloniali americane, con le staccionate bianche e i cavalli: viene davvero voglia di fermarsi ed entrare in queste bellissime residenze che sembrano uscite direttamente da “Via col Vento”. Siccome sono residenze private, vige la regola di guardare e non toccare (purtroppo!).

east great fallsDurante questo tragitto in auto incontrerete un paio di agglomerati urbani molto piccoli, provvisti di un paio di scuole e qualche ristorante o piccolo centro commerciale. Vi accorgerete di essere nella direzione giusta quando svoltando al semaforo verso Old Domington Road calerà un piacevole silenzio e vedrete la luce del sole filtrate dalle foglie verdi degli alberi secolari che contornano il parco.

Great Falls

Alla fine di questa strada silenziosa e poco trafficata vi troverete davanti a delle sbarre sorvegliate dai rangers del parco, per accedervi infatti ogni veicolo deve pagare una piccola tassa di 5 $. Non ci sono orari fissi di apertura e chiusura del parco in quanto resta aperto da quando sorge il sole a quando tramonta. Dopo le sbarre parcheggerete l’auto in uno dei parcheggi del parco, che è accessibile solo a piedi.

All’interno del parco ci sono vari percorsi da seguire, nessuno di questi è particolarmente impegnativo dal punto di vista fisico, anche perché la pendenza è scarsa così come gli ostacoli da affrontare. Risalendo il fiume verso nord (parte opposta delle Great Falls) potrete vedere il Clay Pond (un laghettino di argilla rossa) e alcune isole del fiume Potomac, con la loro flora e fauna; il sito del parco menziona cervi, volpi e scoiattoli, noi abbiamo potuto vedere solo degli uccelli che ci sembravano simili agli aironi nostrani. Un caloroso consiglio, se andate in estate munitevi di spray anti-insetti perché essendo molto umido le zanzare (e simili) vi mangiano vivi!

Se invece dal Visitor Center (che si trova circa a metà del parco) andate verso sud percorrendo il River Trail, avrete accesso ai punti di osservazione delle cascate. E’ severamente vietato tuffarsi o fare qualche tipo di attività sportiva sul fiume, la corrente è fortissima e la violenza della portata dell’acqua può essere mortale per un eventuale bagnante.

Ci sono in tutto tre punti di osservazione: dei tre Overlook Points quello da cui si gode una vista completa e migliore delle cascate è sicuramente il terzo, il più lontano dal Visitor Center. Invece una vista meno complessiva, ma dettagliata, si gode dai primi due Overlook Points, che sono più vicini alle rocce.

Intorno alle cascate poi una serie di pannelli espositivi vi mostrerà la storia del Potomac e potrete toccare con mano i tentativi di rendere navigabile il fiume, in quanto camminerete proprio accanto al “Patawmac Canal” ideato su richiesta di G. Washington. Potrete inoltre vedere ciò che rimane di Matildaville, nata come quartier generale dei lavori per il canale e poi abbandonata dopo la chiusura dello stesso.

La parte del parco situata sul lato del Maryland (Chesapeake and Ohio Canal Park) si presenta più urbanizzata e meno selvaggia del lato del parco fluviale che è situato in Virginia. In entrambi i parchi, giustamente, vige la politica della tolleranza zero per i rifiuti, i rangers mettono a disposizione sacchetti di plastica per i turisti da utilizzare durante la loro visita per poi cestinarli all’esterno del parco.

Se vi rimane tempo…

Se vi trovate in zona e vi rimane un po’ di tempo, esiste un’altra escursione da Washington alla scoperta della Storia degli Stati Uniti: scopritela nel nostro articolo su Virginia Historic Triangle.

Visitare Annapolis: un borgo costiero dove il tempo si è fermato

Visitare Annapolis

Annapolis è una delle cittadine americane della East Coast più caratteristiche e affascinanti. Capitale dello Stato del Maryland fin dal 1694, Annapolis ha conservato pressoché inalterato il suo antico aspetto, con il suo fitto reticolo di stradine strette e acciottolate, vecchie e pittoresche abitazioni in mattoni, eleganti cottage rivistiti in legno, improbabili botteghe di chincaglierie locali e un caratteristico porticciolo affacciato sulla Chesapeake Bay che, se non fossimo dall’altra parte dell’oceano, darebbe l’illusione di trovarsi in uno dei tipici borghi della riviera ligure.

Annapolis Maryland

Tuttavia Annapolis non è solo una suggestiva città costiera: stiamo infatti parlando di un luogo fondamentale per la storia degli Stati Uniti, di un’importante centro culturale e, cosa da non sottovalutare, di grande tradizione culinaria. Vediamo allora cosa ci aspetta se decidiamo di visitare Annapolis.

[toc]

Maryland State House

Annapolis cosa vedereCome abbiamo già detto, Annapolis ha svolto un ruolo fondamentale per la storia americana, in particolare nella Guerra d’Indipendenza: qui infatti venne ratificato il trattato di Parigi che, nel 1784, pose fine al conflitto e sancì il diritto americano all’autodeterminazione.

La sala che fece da scenario per questo avvenimento storico è la Old Senate Chamber, dentro il Maryland State House, l’imponente Campidoglio costruito nel 1779, in cui per circa 6 mesi si riunì l’assemblea legislativa nazionale e che ancora oggi continua la sua attività ospitando il parlamento del Maryland.

Maryland State HouseUna visita a questo grande edificio storico è assolutamente consigliata: qui potrete ammirare la bellezza della costruzione, il maestoso salone d’ingresso, la già citata stanza del vecchio senato, la statua di George Washington (eretta proprio nel punto in cui abbandonò la carica di comandante miliare) e l’adiacente Old Treasury Building.

Le case settecentesche di Annapolis

Cosa vedere ad AnnapolisCamminare per le tipiche stradine acciottolate di Annapolis può essere davvero piacevole. Durante la passeggiata potrete ammirare una serie di costruzioni storiche edificate nel 1700:

  • Hammond-Harwood House (19 Maryland Avenue), costruita nel 1774, aperta da aprile a ottobre (da mezzogiorno alle 17 con ultima visita alle 16) e da novembre a dicembre (con chiusura alle 16), biglietto d’ingresso per gli adulti: 7 dollari.
  • Chase-Lloyd House (22 Maryland Avenue), costruita nel 1774, aperta da lunedì al sabato, biglietto d’ingresso a offerta libera.
  • William Paca House (186 Prince George Street), costruita nel 1765, orari che variano a seconda della stagione. Il biglietto d’ingresso (10 dollari) include la visita guidata.
  • Historic Annapolis Foundation (18 Pinkney Street), taverna del 1715 che offre adesso molte informazioni sugli edifici storici di Annapolis.

Museo Banneker-Douglass

Banneker Douglass MuseumCome accennato, Annapolis è anche un importante centro di cultura; non perdete dunque occasione per fare un salto al Banneker-Douglass Musuem (84 Franklin Street), dove ammirerete la più grande collezione di arte e manufatti afroamericani degli Stati Uniti. Il museo è aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 4 e, in estate, la prima domenica del mese. L’ingresso è gratuito.

Lungomare di Annapolis: Market House e US Naval Academy

Annapolis porticcioloIl porticciolo sul lungomare di Annapolis è decisamente caratteristico e vale sicuramente una passeggiata. Proprio in questa zona troverete il Market House, costruito nel 1850 e sede ancora attiva del mercato cittadino.

Camminando fra le botteghe del porto vi imbatterete sicuramente nella US Naval Academy, dove vengono formati gli ufficiali della marina degli Stati Uniti. Se siete interessati ad approfondire il tema, sono disponibili anche delle interessanti visite guidate.

Visitare Annapolis: consigli per il pernottamento

dove dormire ad AnnapolisAnnapolis è ben collegata con gli altri centri cittadini limitrofi attraverso i pullman Greyhound e il treno.

In macchina la città si trova a 30 minuti da Washington DC e Baltimora, dunque potete anche decidere di dormire fuori città (in tal caso non perdetevi i nostri consigli su dove dormire a Washington e cosa vedere a Baltimora).

Anche dormire nella stessa Annapolis può essere un’ottima idea, il soggiorno può essere davvero piacevole e rilassante. Una struttura particolarmente consigliata è Historic Inns of Annapolis, dove potrete riposare in un’incantevole casa dallo stile tipico georgiano. In alternativa, date un’occhiata a questa lista di alberghi in città.

Consigli culinari

Mangiare ad AnnapolisAd Annapolis si mangia bene, aspetto che arricchirà ulteriormente il vostro soggiorno qui. Siamo nella baia di Chesapeake, la costa famosa per il pesce prelibato e per i tipici granchi blu della zona. Se vi fermate a pranzo o a cena non dovete assolutamente farvi sfuggire la Maryland crab cake, il piatto tipico della zona.

Un consiglio su dove mangiarla? All’informale Chick and Ruth’s Delly (165 Main Street). Se cercate invece qualcosa di più raffinato andate al Vin 909 (909 Bay Ridge Avenue), un ottimo ristorante immerso in un quartiere residenziale; una delle mie migliori cene in USA!

Per concludere…

Guida ad AnnapolisInsomma, Annapolis ha proprio tutti gli ingredienti necessari per rappresentare un’ottima tappa di un tour negli Stati Uniti: storia, cultura, natura, gradevolezza estetica della città e buona cucina. Davvero sorprendente che sia così poco presente nelle più comuni rotte turistiche USA.

Ultima dritta: se passate da Annapolis approfittatene per proseguire verso Est per esplorare Eastern Shore, una zona remota e sconosciuta ai più ma piena di sorprese!

Scopriamo la Crab Cake: la specialità culinaria del Maryland!

Carb Cake in Maryland

Fra i piatti tipici USA meno conosciuti ce ne sono molti in grado di sorprendere positivamente anche i più scettici. Uno di questi è sicuramente la crab cake, torta di granchio croccante e gustosa che potrete trovare nelle località costiere degli Stati Uniti, sia sulla costa est, sia su quella ovest. Ma il posto migliore dove mangiare questa specialità è il Maryland, dove la crab cake è assoluta protagonista di qualsiasi ristorante di pesce che si rispetti.

[wprm-recipe-snippet]

[toc]

Veniamo al dunque: che cos’è questa fantomatica crab cake?

Il concetto è molto semplice: una sorta di tortino piuttosto grande (considerate che una delle varianti più diffuse è il panino con una torta di granchio all’interno) ripieno di granchio e altri ingredienti che concorrono a renderlo soffice dentro e fragrante fuori.

Perché la patria della crab cake è proprio il Maryland?

La ragione è da ricercare nella qualità dei granchi della baia di Chesapeake, esemplari famosi in tutto il mondo per il loro particolare colore blu, e che non possono essere trasportati in nessuna altra zona (pare che questi granchi mantengano il loro colore originale solo da crudi, ragion per cui devono essere cotti da vivi!). Si tratta dunque di una specialità unica che se capitate in queste zone non potete davvero perdervi.

Crab Cake dal Maryland
Torta di Granchio

Quali sono i posti migliori per mangiare la crab cake in Maryland?

I luoghi dove mangiare una buona torta di granchio sono molti e fare una lista completa è un’impresa immane. Comunque potete rifarvi a questa classifica dei locali di Annapolis (la capitale del Maryland) redatta da incalliti mangiatori di crab cake.

Io mi limito qui a segnalare un posto dove ne ho mangiata una veramente buona, il classico locale a cui a prima vista non si darebbe un soldo (eppure c’è sempre la fila per entrare), stretto e piuttosto simile a un fast food. Ma a volte si sa, l’apparenza inganna e allora non fatevi ingannare: il Chick & Ruths Delly di Annapolis non è affatto male!

Crab Cake: ricetta originale del Maryland

Ecco la ricetta originale della Crab Cake del Maryland, le tenere polpette di granchio specialità della East Coast!

  • 5 cracker (schiacciati in briciole sottili)
  • 1 kg di polpa di granchio
  • 1 uovo grande
  • 2 1/2 cucchiai di maionese fatta in casa o preparata
  • 2 cucchiaini di succo di limone appena spremuto
  • 1 1/2 cucchiaini di salsa Worcestershire
  • Salsa piccante (ad esempio Tabasco)
  • pizzico Sale grosso
  • pizzico pepe appena macinato
  • 3 cucchiai di olio di arachidi
  • Salsa Tartara Di Rafano (per guarnizione)
  1. In una grande ciotola, mescola delicatamente i cracker sbriciolati, la polpa di granchio, le uova, la maionese, il succo di limone, la salsa Worcestershire, la salsa piccante, il sale e il pepe.
  2. Dal composto risultante crea quattro palline che andranno a formare le nostre crab cake.
  3. Scalda dell’olio di arachidi in una padella antiaderente a fuoco medio e fai scivolare nell’olio delicatamente le torte da una spatola.
  4. Friggi le crab cake all'incirca 5 minuti per lato, o comunque fino a quando non saranno dorate.

  5. Togli le crab cake dalla padella e scolale su carta apposita per far assorbire l'olio in eccesso. Puoi adesso servire il piatto caldo accompagnandolo con la salsa tartara.

E se sono in America, ma non in Maryland, come faccio?

Premesso che delle buone torte di granchio si possono mangiare anche fuori dal Maryland, avete anche un’altra possibilità: in USA le crab cake le spediscono a domicilio!

In qualsiasi angolo degli Stati Uniti vi troviate, il Chick & Ruths Delly o anche la mitica Angelina (per saperne di più guardate il video sotto) promettono di spedirvi le loro torte di granchio ovunque… Clicca qui per info! Basta mantenersi in un ordine minimo di 4 porzioni. Cosa si può chiedere di più?

E voi l’avete mai mangiata? Dove? Avete provato a cucinarla? Lasciate le vostre impressioni…

© Riproduzione Riservata