[adsforwp id="56781"]
Risorse di Viaggio

Assicurazione Sanitaria America: come scegliere la polizza migliore per costo e affidabilità

Assicurazione Sanitaria America
Assicurazione Sanitaria America: qualche consiglio e confronto fra le polizze principali

Molti sono i preparativi che ci accingiamo a fare prima di partire per una vacanza negli Stati Uniti: i bagagli, i moduli necessari, la prenotazione dei voli e degli alberghi. Insieme a tutto questo un altro elemento è altrettanto fondamentale, l’assicurazione sanitaria americana.

Ebbene sì, se vogliamo passare una vacanza tranquilla, e non farci prendere dall’ansia di imprevisti di qualsiasi sorta, sarà meglio acquistare una polizza assicurativa affidabile e sicura, in modo da sentirci coperti e soprattutto “curati” in caso di qualche malaugurato incidente o infortunio.

[mks_toggle title=”Coronavirus: sarò coperto?” state=”open”]

Ci stanno arrivando molte domande in merito all’eventuale copertura assicurativa in caso di Covid19 (Coronavirus) negli USA, sia per quanto riguarda l’assistenza sanitaria, sia per l’annullamento viaggio. Le compagnie assicurative si stanno dotando di un regolamento apposito pubblicando linee guida specifiche sui loro siti. Qui di seguito inseriamo i link alle pagine di approfondimento che siamo riusciti a trovare, cosicché possiate capire se siete coperti e a quali condizioni:

[/mks_toggle]

magliette usa e new york

Viaggi-USA SHOP: Magliette, felpe e gadget per gli amanti degli States!

Cerchi magliette, felpe e altri gadget a tema Stati Uniti, New York o viaggi on the road? Abbiamo creato Viaggi-USA Shop, il negozio per gli amanti delle bellezze degli States!

Negli Stati Uniti d’America infatti non esiste una vera e propria copertura sanitaria nazionale (per ulteriori informazioni sul sistema sanitario USA, per approfondire i punti salienti della riforma voluta da Obama e la recente richiesta di abrogazione da parte di Trump potete dare un’occhiata qui), questo significa che se durante le vacanze vi capita anche un piccolo incidente (sì lo so, state facendo gli scongiuri, ma come diceva una famosa pubblicità: “è meglio prevenire che curare”) vi troverete a pagare l’eventuale visita e ricovero.

E i prezzi per questo tipo di interventi possono essere davvero altissimi, dunque non c’è davvero ragione di rischiare se possiamo assicurarci con una spesa tutto sommato accettabile, che ci garantirà una vacanza decisamente più tranquilla.

Inoltre possiamo, insieme all’assicurazione sanitaria, optare per pacchetti cumulativi che coprano anche altri tipi di imprevisti (volo, bagaglio, anticipo di denaro, spese telefoniche, cancellazione, rientro anticipato ecc…). Vediamo di approfondire…

[toc]

Assicurazione sanitaria America: come scegliere la migliore?

Le soluzioni assicurative sono molte ed è quindi importante saper scegliere; in molti ci chiedono quale sia l’assicurazione USA migliore, ma in realtà, il panorama variegato di prodotti in questo campo rende piuttosto difficile dare una risposta univoca.

La cosa migliore è aver presente i criteri per scegliere, così da capire facilmente se un’assicurazione ha i requisiti adeguati per darci sufficienti garanzie e tutelarci durante il nostro viaggio in America. Ecco i criteri che vi suggerisco di tenere in considerazione:

  • Massimale per le spese mediche molto alto, superiore ai 500000 euro.
  • La franchigia (spese a carico dell’assicurato) deve essere molto bassa, possibilmente a zero
  • Servizio di assistenza attivo, affidabile e, se avete qualche problema con l’inglese, in italiano
  • Affidabilità della società di riferimento
  • Esclusioni (a quali condizioni non si verifica la copertura)

PS: Sei in maternità? Se vuoi conoscere i livelli di copertura per un viaggio negli Stati Uniti dai un’occhiata al nostro articolo su assicurazione e gravidanza negli USA.

Quale assicurazione sanitaria scegliere per il mio viaggio in America?

Vista la delicatezza della questione, sarà bene scegliere le compagnie più affidabili e con maggior storia e tradizione. Sicuramente le seguenti rientrano nella categoria; per ognuna potete cliccare sul link indicato per calcolare istantaneamente un preventivo e procedere così a un confronto.

  • Columbus, azienda specializzata nelle assicurazioni viaggio nata nel 1988. Stipula polizze online e per telefono in oltre 50 paesi nel mondo e può vantare un centro assistenza in Italia disponibile 24 ore su 24. Calcola qui il preventivo (10% di sconto incluso nel link)
  • AXA Assistance, ramo specializzato nel settore viaggi del gruppo AXA, una delle compagnie più conosciute nel mondo delle assicurazioni. Offrono tre tipologie di prodotto in base al livello di protezione richiesto (includendo copertura sanitaria, annullamento viaggio, ritardo volo, responsabilità civile, perdita bagaglio ecc…). È disponibile un codice sconto del 10% (MAX10), non dimenticate di inserirlo per verificare il prezzo. Calcola qui il preventivo
  • CoverWise Assicurazioni Viaggi, si tratta di un Intermediario Internazionale di Assicurazione con specializzazione in polizze viaggio. L’affidabilità di questa compagnia è data dal fatto che può vantare un massimale illimitato per le spese mediche (a eccezione di quelle specificate nel preventivo) e che le sue assicurazioni sono sottoscritte da un ente autorevole quale Inter Partner Assistance SA, parte del Gruppo AXA Assistance. Calcola qui il preventivo
  • TravelEasy, le cui polizze sono gestite direttamente dal gruppo IMA Italia Assistance, compagnia di livello internazionale che gestisce oltre 2,2 milioni di utenti l’anno, con un centro di assistenza attivo 24 ore su 24 e la possibilità di acquistare una polizza fino al giorno della partenza. La compagnia ha reso disponibile un codice sconto incluso direttamente nel seguente link: Calcola qui il preventivo (10% di sconto incluso nel link)
  • Allianz Global Assistance, che prima si chiamava Mondial Assistance, è parte di Allianz Group, una delle compagnie più diffuse nel settore e che agisce in tutti gli ambiti del mondo assicurativo. La sede italiana, nata nel 2007, vanta oltre 7 milioni di clienti. Calcola qui il preventivo (10% di sconto incluso nel link)
  • Frontier Assicurazioni, società d’intermediazione italiana con polizze sottoscritte da IMA Assistance, è un prodotto giovane ma che si presenta come molto competitivo sia per i servizi offerti che per i prezzi. Il servizio di assistenza è completamente localizzato in italiano. Calcola qui il preventivo (sconto 12% incluso nel link)
  • Viaggi Sicuri, le cui polizze sono distribuite da PKC Associates Ltd (con venti anni di esperienza nel settore) e sottoscritte dal colosso tedesco ERV. Ha un’importante sede anche in Italia e offre un servizio di assistenza sanitaria 24 ore su 24, 365 giorni all’anno. Questa compagnia, a differenza di altre, permette di estendere il periodo di validità della polizza nel caso si decida di prolungare la permanenza negli Stati Uniti.

Tabella di comparazione delle assicurazioni viaggio USA

Per meglio orientarsi fra le varie proposte assicurative abbiamo pensato di creare una tabella comparativa per riassumere in modo sintetico i punti di forza di ciascuna polizza. Prima di leggerla vi consiglio di leggere i criteri con cui l’abbiamo compilata, che trovate poco sotto.

[go_pricing id=”classic-blue_09″]

Confronto assicurazioni: i criteri che abbiamo utilizzato

Ogni polizza solitamente ha vari tipi di copertura (solitamente 3), pensati in modo progressivo: quella base solitamente copre solo le spese mediche, in uno step successivo viene poi inclusa l’assicurazione viaggio e poi ancora altre opzioni, quali ad esempio l’annullamento del viaggio, la responsabilità civile, l’assistenza auto, il rimborso per il ritardo del volo, il rimpatrio, l’assistenza ai sanitari o a domicilio, nonché alcune opzioni specifiche come ad esempio la perdita di tablet, smartphone o fotocamera.

Al tempo stesso, più si alza il livello di copertura più si alzano spesso anche i massimali o i limiti entro i quali una determinata copertura si verifica. Ogni compagnia, come potrete immaginare, ha la sua formula particolare che la distingue dalle altre; ne consegue che il panorama delle assicurazioni viaggio USA si presenti come tanto ricco quanto complesso.

Nel buttare giù una tabella che fosse di reale aiuto per orientarsi in questo mare magnum abbiamo deciso di fornire un paragone fra le polizze complete, quelle che includono tutto il pacchetto di opzioni messo a disposizione dalle varie compagnie. Questo vi permetterà di capire rapidamente quali servizi una compagnia è effettivamente in grado di erogare e a quali condizioni.

Al tempo stesso abbiamo anche inserito i rispettivi prezzi calcolando i preventivi per una settimana, in modo da dare un’idea di range di costi e permettere di capire a parità di condizioni quale assicurazione costa meno. Ovviamente, optando per coperture non complete, potrete spendere anche di meno. Spero che questa tabella vi aiuti a schiarivi un po’ le idee!

Vai alla tabella di confronto

Mini-Glossario dei termini

Molti termini usati nel campo dell’assicurazione sanitaria e viaggio potrebbe essere un po’ ostici o poco chiari. Ecco una piccola spiegazione dei più ricorrenti:

  • Sinistro: il verificarsi dell’evento per il quale è prestata l’assicurazione.
  • Franchigia: cifra prestabilita che viene comunque addebitata all’assicurato in caso di sinistro.
  • Massimale: la somma massima prestabilita che la compagnia assicurativa garantisce per il versamento dell’importo all’assicurato per un sinistro.
  • Premio: l’importo da versare all’assicurato in caso di sinistro coperto dalla polizza.
  • Responsabilità Civile: tutela dalle pretese di risarcimento per aver causato danni corporali o materiali a terzi e protegge dalle pretese ingiustificate. Attenzione: La clausola “Responsabilità Civile” dell’Assicurazione Viaggio non copre gli spostamenti in auto, per questo è possibile sottoscriverne una apposita per il noleggio della macchina. Per ulteriori informazioni vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra guida su come noleggiare un’auto in USA

Come funziona? Come fare se ho bisogno di una prestazione medica?

assicurazione sanitaria usa costoPer prima cosa, prima di partire per il vostro viaggio in USA, non dimenticate di portare con voi la polizza, dove troverete tutte le informazioni per fare denuncia e i contatti per le emergenze. Che abbiate bisogno di una semplice visita medica o di un ricovero ospedaliero, la cosa importante da tenere a mente è quella di contattare sempre la centrale operativa dell’assicurazione prima di prendere iniziative personali. In questo modo la compagnia assicurativa potrà prendere in carico la pratica e garantire il pagamento presso la struttura ospedaliera.

Il numero della centrale è riportato sul certificato assicurativo (in alcuni casi anche sul sito internet della compagnia) e, una volta contattati, sapranno indicarvi l’ospedale o lo studio medico in cui recarvi per ricevere il trattamento.

È molto importante seguire questa prassi e non agire in modo indipendente perché altrimenti potreste trovarvi davanti a problemi di difficile risoluzione. Vi consiglio anche di portare il documento dell’assicurazione sempre con voi, in modo tale che, in caso non foste in grado di fronteggiare la situazione, chi è con voi possa cercare il numero sul certificato e fare la chiamata.

Se proprio non riuscite a contattare la centrale prima di ricevere il trattamento fatelo comunque appena vi è possibile, tenete presente però che se la cartella clinica non dovesse attestare uno stato di incoscienza (o una problematica tale da giustificare l’assenza della chiamata) potrebbero verificarsi dei problemi.

In merito a questo aspetto, tenete presente però che non tutte le compagnie seguono la stessa linea di condotta (ad esempio alcune accettano un ritardo della chiamata fino a 72 ore, altre, se contattate dopo l’emissione della fattura da parte dell’ospedale, possono chiedervi di anticipare la spesa per poi rimborsarvi), quindi il mio consiglio è quello di spulciarvi bene l’informativa e consultare le FAQ che trovate sui siti delle compagnie stesse.

Pagamento diretto e anticipo spese

Le compagnie assicurative acconsentono al pagamento diretto delle spese solo nei casi di ricovero ospedaliero; per visite mediche o acquisto farmaci si suppone che la spesa sia sostenibile, dunque dovrete anticiparle voi per poi venire rimborsati al vostro ritorno in Italia. Ovviamente dovrete conservare le ricevute per attestare la spesa.

Vai alla tabella di confronto

Annullamento viaggio: cosa copre e come funziona

assicurazione sanitaria usa new york
New York: Skyline con Statua della Libertà

Tutte le compagnie assicurative fin qui citate hanno anche la possibilità di aggiungere l’opzione annullamento del viaggio, che in alcuni casi è inclusa nella polizza completa, in altri può essere semplicemente aggiunta, o in altri ancora richiede una stipula dedicata e indipendente dalla copertura sanitaria. Si tratta di un’opzione sicuramente da valutare e che può tornare molto utile in caso dobbiate annullare la vostra vacanza per cause di forza maggiore. Se volete saperne di più su cosa copre e a quali condizioni viene riconosciuto il rimborso, vi rimando al nostro approfondimento dedicato (pulsante sotto):

Assicurazione Annullamento: cosa copre e come funziona?

Assicurazione dopo la partenza o per chi parte da un altro Paese

Tutte le polizze assicurative sopra indicate devono essere stipulate prima della partenza e richiedono che l’assicurato sia residente in Italia. Se vi trovate in uno di questi 2 casi tuttavia non disperate: esiste una soluzione apposta per voi, ne abbiamo parlato nel nostro articolo su come assicurarsi quando si è già in viaggio, in caso non si abbia la residenza italiana o in altri casi limite che talvolta ci sono stati segnalati.

    Leggi il nostro articolo

FAQ: Domande Frequenti

Clicca sul box sotto per leggere le risposte alle domande più frequenti che riceviamo sull’assicurazione sanitaria negli USA

[mks_toggle title=”Leggi la FAQ” state=”open”]

L’assicurazione sanitaria USA è obbligatoria?

Come già accennato non c’è alcuna legge che obblighi a fare l’assicurazione sanitaria per gli Stati Uniti, tuttavia è decisamente raccomandato stipularne una. I costi delle polizze infatti sono ragionevoli, incidendo solo in minima parte sull’intero costo di un viaggio in USA, tuttavia non si può certo dire lo stesso dei costi dei servizi sanitari svolti in territorio americano. Se non sarete assicurati potreste trovarvi a sborsare una cifra esagerata anche per una prestazione medica di routine, figurarsi per un intervento grave o d’emergenza…

Quanto tempo prima devo stipulare l’assicurazione?

La polizza assicurativa può essere stipulata entro le 24 del giorno precedente a quello della partenza. Se vi foste dimenticati di farla vi consiglio di leggere la nostra guida su come fare un’assicurazione dopo la partenza.

Dove farla? Conviene acquistarla insieme al volo?

Consiglio di prenotare l’assicurazione online, sui siti ufficiali delle compagnie segnalati anche in questo articolo. Rispetto alle agenzie “fisiche” il risparmio è sensibile.

Spesso un’assicurazione sanitaria / viaggio viene proposta come integrazione all’acquisto del volo sui portali online. In linea generale però sconsiglio di scegliere questa opzione: noi di Viaggi-USA, per i nostri viaggi, acquistiamo sempre l’assicurazione separatamente dal volo, perché spesso nelle offerte combinate con volo non vengono riportati in modo preciso alcuni dettagli importanti e di conseguenza non è molto chiaro quali sono le condizioni garantite dalla polizza che andremo a stipulare. I siti ufficiali delle compagnie sono invece molto più chiari in proposito.

Ritardo aereo: come e quanto vengo rimborsato?

Il ritardo del volo viene rimborsato entro un massimale (solitamente fra le 50 e le 200 euro a seconda delle compagnie) e calcolato in base alle ore di ritardo accumulate. Ecco un esempio per chiarire meglio: Columbus rimborsa 20 euro ogni 10 ore di ritardo accumulato fino a un massimo di 200 euro. Nella tabella di comparazione sopra abbiamo segnalato quali assicurazioni coprono il ritardo aereo ed entro quali massimali.

Un’ultima puntualizzazione: in caso il ritardo del volo dovesse farvi sforare il periodo di viaggio assicurato, le compagnie estenderanno il periodo di copertura fino alla conclusione del viaggio, in quanto le cause del prolungamento dipendono da eventi esterni non imputabili a voi; è quanto ci ha confermato Columbus, a cui abbiamo girato una domanda che ci era stata rivolta qui sotto nei commenti. É ragionevole supporre che questa linea di buon senso sia comune a tutte le compagnie indicate nell’articolo, ma, in caso vogliate accertarvene, potete contattare telefonicamente la compagnia di vostro interesse.

L’assicurazione sanitaria è solo per italiani?

Come già accennato, le assicurazioni elencate qui sopra possono essere stipulate solo da italiani, tuttavia, per chi non rientra in tale categoria, è ovviamente possibile assicurarsi. Un prodotto valido che potete prendere in considerazione è World Nomads.

Quali polizze ci sono per gli anziani (over 75)?

Solitamente le compagnie assicurative non offrono i loro prodotti ai viaggiatori over 75 (alcune pongono addirittura un limite di 65 anni) quindi ottenere una polizza può essere un problema per le persone più anziane. L’unica, al momento attuale, che lo permette è Allianz.

Sono coperte le malattie pregresse?

Non è molto frequente che le compagnie assicurative coprano le malattie pregresse. Esiste un prodotto di Allianz che offre questo tipo di copertura, si chiama Globy Rosso. Vi invito tuttavia a contattare tramite Numero Verde le varie compagnie citate in questo articolo, per capire se nel frattempo sono cambiati i termini delle offerte: sono tutti molto disponibili e vi daranno le informazioni che vi servono.

L’assicurazione USA copre anche il Canada?

L’assicurazione USA copre anche il territorio canadese. Quindi, se il vostro viaggio include entrambe le destinazioni, non avrete bisogno di stipulare 2 polizze distinte. In alcuni siti di compagnie assicurative vi sarà sufficiente scrivere nel campo destinazione “USA” oppure selezionare semplicemente l’opzione “Mondo intero”.

Dove trovare gli sconti per le polizze?

Le compagnie di assicurazione rilasciano spesso sconti per l’acquisto delle loro polizze. Tali sconti oscillano solitamente dal 10% al 15% e più raramente arrivano anche fino al 20%. Aggiorniamo periodicamente questa pagina con gli sconti disponibili, che trovate nella lista di assicurazioni consigliate poco sopra.

Assicurazione USA senza franchigia: quanto è importante?

La franchigia è la cifra che vi verrebbe comunque addebitata in caso di infortunio, quindi è importante che sia o a zero o che corrisponda comunque a una cifra molto bassa. I prodotti assicurativi segnalati in questo articolo hanno una franchigia che varia da un minimo di zero (ad esempio Columbus) a un massimo di 80 euro (anche se spesso c’è la possibilità di ridurla a zero con un piccolo sovrapprezzo).

Massimale illimitato: quanto è importante?

Che i massimali siano illimitati non è in realtà strettamente necessario, l’importante è che sia una cifra alta. Nella tabella di comparazione abbiamo riportato prodotti che partono da un minimo di 3 milioni fino a massimali illimitati, ma non baserei su questo criterio la mia scelta, in questo range qualsiasi prodotto può andare bene.

[/mks_toggle]

Voi a quale assicurazione vi siete affidati? Ne aggiungereste altre a questa lista? Fateci sapere le vostre esperienze e segnalateci consigli ed opinioni, in questo modo questa pagina potrà rappresentare uno strumento utile per tutti…

Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

lorenzo puliti

Affascinato dagli States fin da piccolo ho poi scoperto che c'era molto altro da scoprire... e da lì non ho più smesso

148 Commenti

Disclaimer: I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Clicca qui per scrivere un commento

    • Ciao Alessandro, ho consultato nuovamente (sono in continuo aggiornamento) le faq delle varie compagnie assicurative e mi risulta che, attualmente, Columbus e Axa coprano anche le spese mediche per Covid, a determinate condizioni. Ti consiglio in ogni caso di leggere le faq delle varie compagnie: nell'articolo che stiamo commentando trovi un box con tutti i link da consultare.


      firma viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

  • Buongiorno. Dal prossimo anno andrò a vivere a NY per 6 mesi continuativi in un anno, per alcuni anni. Vorrò fare una polizza assicurativa che mi copra le eventuali emergenze mediche tipo pronto soccorso o urgenze soltanto durante la mia permanenza e quindi per i 6 mesi. C'è qualche tipo di polizza che possa prendere in considerazione?Grazie

    • Ciao Alfonso, ti consiglio di fare qualche preventivo con le agenzie indicate qua nell'articolo, le quali permettono anche di avere coperture assicurative per 6 mesi.


      firma viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

  • Buongiorno a tutti volevo chiedere informazioni gentilmente. Mio marito ed io abbiamo intenzione di partire per gli Usa (Porto Rico) a luglio. Siccome ho scoperto di essere all 11 settimana di gravidanza, so che conviene fare l assicurazione prima di partire per gli Stati Uniti. Quale mi consigliate in questo caso? Da tenere conto che il viaggio sarà di 15/20 giorni max. Grazie in anticipo.

  • Buongiorno, ho un volo prenotato per maggio, se dovessero sospenderli causa coronavirus l'assicurazione copre l'annullamento del viaggio (se previsto nella polizza) o è la compagnia aerea che dovrebbe rimborsare?

    • Ciao Luca. A quanto riferito da Columbus se "tuoi movimenti sono stati limitati a causa di azioni da parte di un governo, non sei coperto dalla sezione di cancellazione della tua polizza". Tutte le altre compagnie di assicurazioni si stanno adeguando a queste linee guida, ma visto il rapido evolversi degli eventi ti invito a contattarle direttamente per maggior sicurezza.
      Per quanto riguarda le compagnie aeree per il momento hanno una risposta per l'immediato di chi già aveva comprato i biglietti prima che esplodesse il problema (a questa pagina puoi vedere la policy di American Airlines). Al momento è prematuro sapere come si comporteranno durante i prossimi mesi.


      firma viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

  • Salve, quale assicurazione potremmo fare per 48 giorni in Usa per il prossimo Aprile? Siamo in 2, io mia moglie. Vorremmo per precauzione avere una copertura assicurativa sia sanitaria che stradale, visto che ci sposteremo nei vari stati per la maggior parte dei giorni in automobile. Grazie per l'aiuto e i consigli.

    • Ciao Andrea! L'assicurazione stradale è compresa nel prezzo del noleggio auto, a questo indirizzo trovi tutte le informazioni e i nostri consigli. In sostanza dovrai fare l'assicurazione sanitaria (trovi le compagnie consigliate nell'articolo) e, separatamente, quella stradale tramite i siti di noleggio auto.


      firma viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      • Grazie Bernardo della risposta, il problema e' che ogni volta che noleggiamo l'auto in USA oltre l'assicurazione CDW, che sempre c'era quando abbiamo noleggiato, le varie compagnie vogliono sempre appiopparci le loro e noi puntualmente rifiutiamo dicendo che per noi basta la CDW. Spesso e' sempre una battaglia al banco noleggio prima che ci liberino l'automobile cosi come l'abbiamo prenotata senza ulteriori costi. Addirittura a San Diego, l'anno scorso non volevano darci il veicolo perché non era presente un'assicurazione con responsabilità verso altre persone, abbiamo dovuto insistere dicendo che per noi andava bene la CDW. Per questo chiedevo se era possibile includere in una eventuale assicurazione sanitaria anche la responsabilità' verso cose o terzi che spesso ci chiedono, o sapere se le compagnie possono rifiutarsi di consegnare un veicolo con assicurazione CDW.

        • Ciao Andrea! Premesso che in tutte le nostre esperienze di on the road negli USA non ci è mai accaduta una cosa del genere, ci tenevo a dirti che l'assicurazione per i danni verso terzi è la Responsabilità civile, che è inclusa in tutti i noleggi insieme alla CDW e alle altre coperture di base. Fai un preventivo coi vari siti indicati nell'articolo e controlla tu stesso cosa è incluso.


          firma viaggi-usa

          Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

          • Grazie Bernardo. Mi sembrava strano, per questo ho chiesto a voi più' esperti ! nei vari noleggi avevamo sempre la CDW e quindi era inclusa la responsabilità civile come sapevamo. Quindi al banco, avendo prenotato il veicolo con la cdw, posso tranquillamente sempre dire che non voglio altro. Ti ringrazio per le delucidazioni

          • Ciao Andrea! Tutto okay, vai pure tranquillo. Solo una cosa su cui occorre massimamente precisi: la responsabilità civile NON è inclusa nella CDW, ma è una copertura a sé stante che troverai nel contratto base di noleggio INSIEME alla CDW. Per chiarirti meglio la questione, ecco uno screenshot di Autoeurope.


            firma viaggi-usa

            Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

  • Buongiorno. Vorrei andare negli States ad Aprile e ho dato un'occhiata al alcuni siti per avere una copertura sanitaria, in via del tutto precauzionale. Da quanto ho letto finora mi sembra che fra i casi di esclusione dalla copertura assicurativa ci sia sempre l'insorgenza di malattie in caso di epidemie o pandemie dichiarate dall'OMS. Quindi come la mettiamo nel malaugurato e, credo, improbabile caso di contagio da coronavirus durante il viaggio? Mi confermi che questo caso è sempre escluso o ti risulta che qualche compagnia l copra?

    • Ciao Rosalba. Ti confermo che le epidemie aventi caratteristica di pandemia (dichiarata da OMS) possono comportare esclusioni comuni a tutte le garanzie. Considerato il fatto che quanto sta succedendo è notizia recente e che comunque ad oggi gli Stati Uniti non sono un paese a rischio da e verso il quale sono attive delle restrizioni di viaggio la cosa migliore è contattare per sicurezza la singola agenzia con la quale si intende stipulare la polizza per avere maggiori delucidazioni in merito.


      firma viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso