[adsforwp id="56781"]
Piatti tipici USA

Red velvet Cake: la famosa torta rossa americana

Ricetta Red Velvet Cake

La torta Red Velvet è una delle più appariscenti della cucina americana grazie al suo colore rosso acceso che, grazie anche alla glassa bianca con cui viene ricoperta, risalta in modo netto e deciso.

Con questa ricetta oltre alla sua realizzazione scopriremo alcune curiosità legate alla sua storia e alla sua diffusione cercando di risalire alle origini del suo successo.

[toc]

Red Velvet Cake: Ricetta della famosa torta rossa americana

magliette usa e new york

Viaggi-USA SHOP: Magliette, felpe e gadget per gli amanti degli States!

Cerchi magliette, felpe e altri gadget a tema Stati Uniti, New York o viaggi on the road? Abbiamo creato Viaggi-USA Shop, il negozio per gli amanti delle bellezze degli States!

Con la ricetta della Red Velvet Cake scopriremo come realizzare una delle torte americane più conosciute grazie al suo iconico colore rosso.

  • 250 gr. di farina 00
  • 2 gr. di sale
  • 15 gr. di cacao amaro
  • 115 gr. di burro a temperatura ambiente
  • 300 gr. di zucchero bianco
  • 2 uova (temperatura ambiente)
  • 4 gr. di estratto di vaniglia
  • 120 gr. di yogurt
  • 120 gr. di latte
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • 30 gr. di colorante rosso
  • 4 gr. di aceto bianco
  • 4 gr. di bicarbonato di sodio
  • 230 gr. di formaggio spalmabile
  • 230 gr. di mascarpone
  • 115 gr. di zuchero a velo
  • 300 ml. di panna da montare
  1. Per prima cosa, se non siete riusciti a trovarlo, occorre preparare il latticello. Mescolate quindi i 120 gr. di yogurt insieme ai 120 gr. di latte e al cucchiaio di succo di limone, e lasciate riposare il tutto per 15 – 20 minuti.

  2. Nel frattempo accendete il forno a 180° e ritagliate della carta dal forno in modo da formare due dischi del diametro dei vostri stampi. Una volta completato questo passaggio, prendete gli stampi rotondi e procedete ad imburrarli, dopodiché sistemate sul fondo la carta da forno che avete precedentemente preparato avendo cura di farla aderire il più possibile.

  3. In una ciotola setacciate insieme la farina e il cacao amaro. Alla fine del processo aggiungere il sale.

  4. A questo punto è arrivato il momento di usare la planetaria. Inserite il burro a temperatura ambiente e fatelo girare a velocità media insieme allo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa.

  5. Una volta ben amalgamati gli ingredienti, inserire le uova una alla volta mescolando l'impasto dopo ogni inserimento. Infine aggiungere l’estratto di vaniglia (o i semi di una bacca di vaniglia) all'impasto.

  6. Adesso è arrivato finalmente il momento di dare un tocco di colore alla ricetta. Per conferire il tipico colore rosso alla vostra Red Velvet dovrete quindi unire il colorante al latticello. Usate quindi due cucchiaini di colorante in gel, avendo cura di mischiare bene il colore tra un cucchiaino e l'altro.

    In linea di massima due cucchiaini dovrebbero essere sufficienti ma nel caso non siate riusciti ad ottenere un colore deciso, o corrispondente alle vostre aspettative, potete aggiungerne altro.

    Tenete comunque presente che il colore che otterrete in questa fase non sarà quello finale perché una volta mischiato il latticello con l'impasto e poi cotto potrete ottenere un colore diverso.

  7. Una volta ottenuto il latticello di colore rosso dovrete aggiungere poco a poco la farina all’impasto, che avete ottenuto precedentemente con la planataria, alternando con una parte di latticello colorato. Direi di dilazionare questo processo in almeno tre fasi.

  8. A questo punto dovrete unire l’aceto con il bicarbonato, mescolarli insieme, e poi aggiungere il tutto all’impasto e mescolare ancora per qualche minuto.

  9. Una volta che il composto è ben amalgamato potete versarlo nei due stampi. Otterrete così due torte del peso di 500 g circa. Cercate quindi di livellare il tutto aiutandovi, se necessario, con una spatola e cuocere in forno statico a 180° per 25 minuti.

    Verificate comunque con uno stuzzicadenti se la cottura è ultimata.

  10. Sfornare e lasciar raffreddare per 10 minuti negli stampi, poi con l'aiuto di un coltello staccare le torte dai bordi e porre a raffreddare su una griglia per dolci, rimuovendo con cautela la carta da forno dal fondo.

    Lasciare riposare almeno un paio d'ore.

  11. A questo punto è arrivato il momento di comporre la crema mescolando il formaggio spalmabile e il mascarpone, a cui andrà aggiunto lo zucchero a velo.

    A parte montare la panna e infine mescolare tutto insieme a mano per non sgonfiare il composto.

  12. Comporre la torta spalmando poca crema sul fondo del piatto di portata per creare aderenza, posizionare il primo strato a faccia in giù, creare uno strato di crema facendo una spirale con una tasca da pasticceria, oppure semplicemente con una spatola.

  13. Posizionare il secondo strato e ripetere la stessa operazione con la crema, lisciare poi la superficie con una spatola, creando una decorazione

  14. Decorare infine con lamponi e meringhe, oppure mandorle a lamelle, oppure con briciole di impasto rosso (che andranno precedentemente rimosse dalla superficie dell'impasto) a seconda dell'occasione e dei vostri gusti personali.

Conservazione

La torta si conserva per 2 – 3 giorni massimo in frigo in un contenitore chiuso.

Quale colorante usare per la Red Velvet

Visto e considerato che il tratto distintivo per eccellenza di questa torta e proprio il colore rosso, il modo migliore per ottenerlo non è certamente secondario. Alcuni metodi infatti sono più efficaci rispetto ad altri e il colorante (naturale o artificiale) da scegliere è un fattore molto importante.

Per esperienza quindi i coloranti migliori da utilizzare sono quelli in gel o in polvere mentre sono da evitare quelli liquidi per il motivo che potete leggere qui sotto. Visto che però i coloranti in polvere sono più complicati da trovare di quelli in gel vi consiglio di optare per quest’ultimi .

Colorante liquido

Se il vostro obbiettivo è quindi quello di ottenere un colore rosso vivo, come primo consiglio vi suggerirei quindi di evitare i coloranti liquidi. La loro efficacia non è delle migliori ed è molto probabile che vi ritroverete con un latticello dal colore roseo che mischiato all’impasto vi garantirà al massimo una torta più marrone che rossa (e no, usarne una dose maggiore di quella indicata nella ricetta non vi garantirà un risultato migliore).

Qui sotto potete vedere il risultato dell’utilizzo di un comune colorante rosso liquido che potete trovare in qualsiasi supermercato italiano.

Red Velvet Cake senza colorante?

Alla domanda se si possa fare la Red Velvet senza colorante artificiale si può certamente rispondere in modo affermativo. Ecco alcune soluzioni alternative che possono essere utilizzate per dare un tocco di colore alla vostra torta.

Red Velvet con Alchermes

Volendo si potrebbe anche usare l’alchermes per dare un tocco di colore ma ci sono un paio di considerazioni che vanno tenute in mente. La prima è che a differenza del colorante alimentare l’alchermes non è insapore ma, al contrario, contribuirà a conferire un gusto diverso all’impasto della velvet cake. L’altro aspetto da considerare è che essendo liquido non produrrà un colore rosso deciso, come abbiamo spiegato poco sopra.

Red Velvet con barbabietola

Se non volete usare coloranti alimentari potete usare l’espediente di utilizzare del succo di barbabietola rossa per conferire il classico colore. Se preferite questa alternativa “naturale” potete quindi frullare le vostre barbabietole rosse e poi aggiungere il succo prodotto all’impasto.

Dove comprare il latticello?

Dal momento che il latticello (in inglese viene chiamato buttermilk) è utilizzato prevalentemente nella cucina anglosassone, trovare del latticello pronto per l’uso nel nostro paese non è una cosa molto semplice.

Le possibilità di poterlo trovare nei comuni supermercati sono abbastanza scarse, a meno che quello della vostra zona non sia particolarmente grande ed abbia una sezione dedicata agli ingredienti per dolici o ai prodotti culinari abbastanza ampia e varia. Potete provare anche a controllare in quei supermercati dove non è raro trovare ingredienti internazionali come Eurospin, Lidl, NaturaSi ecc…

Se vivete in una grande città potete inoltre cercare dei negozi di alimentari specializzati in cucina etnica. Nel caso comunque non siate riusciti a trovarlo, come avete potuto vedere dalla ricetta della Red Velvet Cake, farlo in casa è un procedimento molto semplice.

Storia della Red Velvet Cake

Come per la gran parte delle ricette riuscire a stabilire un’origine certa e non romanzata di questo particolare modo di comporre una torta è praticamente un’impresa quasi impossibile da portare a termine. Il mito e la leggenda con il passare degli anni si sono ormai mischiati con la storia sulle origini della Velvet Cake.

Iniziamo da quella forse più curiosa fra le tante, aiutandoci anche con il suffisso che spesso accompagna la denominazione di questa torta: ovvero Waldorf-Astoria Cake. L’origine di questa storia è da attribuire al professore e ricercatore di tradizioni popolari Jan Harold Brunvand, che negli anni ’80 scrisse un libro di successo (The Vanishing Hitchhiker) incentrato sulle leggende metropolitane più famose in quel periodo. Un capitolo a parte era dedicato proprio alla storia della diffusione della ricetta della Velvet Cake.

Si narra che negli anni ’20 una signora californiana si recò per qualche giorno in vacanza a New York, decidendo di cenare presso il lussuoso albergo Waldorf-Astoria dove ebbe modo di assaggiare la nostra torta rimanendone favorevolmente impressionata. Per questo, una volta tornata a casa, decise di scrivere all’albergo chiedendo se lo chef avrebbe potuto spedirle la ricetta della Red Velvet Cake che aveva tanto apprezzato.

Lo chef fu ben felice di assecondare le richieste della signora allegando però alla ricetta una richiesta di pagamento piuttosto salata. Non c’è un’unanimità nello stabilire il compenso richiesto che varia dai 350 ai 25 dollari (che comunque per il tempo non sarebbero stati una cifra irrisoria). La signora non prese bene la questione e, dopo essersi rivolta inutilmente ad un’avvocato, decise di vendicarsi distribuendo la ricetta a quante più persone possibili.

La leggenda narra infatti che nei mesi successivi non era raro trovare la signora ferma alle fermate degli autobus che distribuiva volantini stampati personalmente sui quali era riportata per filo e per segno tutta la ricetta originale della Velvet Cake.

La realtà, come spesso accade,  sarebbe meno affascinante della leggenda popolare, anche se in questo caso manterrebbe comunque un pizzico di curiosità. La versione più accreditata dello sviluppo e del successo della Red Velvet andrebbe ricercata negli anni della Grande Depressione, e nelle spiccate capacità di marketing di tale John A. Adams che cercava di non essere travolto dalla crisi economica che imperversava.

Adams era il titolare di un’azienda (la Adams Extract Company) che produceva ingredienti alimentari, e stava pensando ad una modalità che potesse pubblicizzare i suoi prodotti in modo efficace. Ed è qui che entra in campo la nostra Velvet Cake.

Prendendo spunto da due ricette che erano abbastanza conosciute in quel periodo (la Chocolate Velvet e la Devil’s Food Cake) pensò di creare qualcosa che potesse essere semplice e appariscente allo stesso tempo. Quale idea migliore quindi di usare un colorante rosso?

Vennero quindi preparati numerosi manifesti distribuiti in tutto il sud degli Stati Uniti in modo che il colore rosso acceso della torta risaltasse su tutto il resto e non potesse passare quindi inosservato.

Ma la strategia promozionale non finiva qui. Allegata ai suoi prodotti veniva infatti distribuita la ricetta definita “segreta” per realizzare la torta (utilizzando ovviamente gli ingredienti prodotti dalla sua ditta).

La ricetta in poco tempo riuscì ad avere un notevole successo tramandandosi fino ai giorni nostri ed entrando stabilmente a far parte della cultura popolare moderna, grazie anche al film Fiori d’Acciaio del 1989 con Julia Roberts e alla popolare serie tv Sex and the City.

La ricetta originale della Red Velvet

Ricetta Originale Red Velvet CakeDando quindi per assodato che la versione di John A. Adams sia quella più accreditata per essere ritenuta quella più originale, ecco come si presentava al suo pubblico la realizzazione della Red Velvet.

Ecco quindi quali erano gli ingredienti necessari:

  • 1/2 tazza di burro
  • una tazza e mezza di zucchero
  • 2 uova
  • 1 cucchiaino di vaniglia “Adams Best”
  • 1 cucchiaino di aroma di burro di Adams
  • due bottigliette e mezzo di colorante rosso Adams
  • 3 cucchiai di cacao
  • due tazze e mezzo di farina per torte setacciata
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 tazza di latticello
  • 1 cucchiaino di aceto

Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Filippo Nardelli

Laureato in Storia dell'America del Nord e da sempre innamorato degli Stati Uniti.

Lascia un Commento

Disclaimer: I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Clicca qui per scrivere un commento

Assicurazione Sanitaria

assicurazione sanitaria usa

Assicurazione Sanitaria America: come scegliere la polizza migliore

L'assicurazione sanitaria in America è imprescindibile, ma non è facile orientarsi fra le polizze disponibili. Quali sono i criteri con cui scegliere un'assicurazione USA? Ecco una guida dedicata all'argomento...

Noleggio Auto USA

noleggio auto stati uniti

Noleggio Auto USA: consigli per un affitto macchina Low Cost

Alcune dritte fondamentali per noleggiare una macchina negli Stati Uniti al riparo da spiacevoli imprevisti e con un occhio al portafoglio. Le compagnie migliori, la documentazione necessaria, le coeprture assicurative, costi, tipologie di auto disponibili e molto altro...

Restiamo in Contatto

American Dream Routes

Voli Low Cost USA

voli low cost stati uniti

Voli USA Low Cost: come risparmiare per il volo negli Stati Uniti

La ricerca di un volo low cost può incidere notevolmente sul prezzo totale di una vacanza negli Stati Uniti. Ecco i nostri consigli per spendere il meno possibile affidandosi alle agenzie di voli online

Prontuario Low Cost

Pacchetti Viaggio USA

tour stati uniti

Tour Stati Uniti Organizzati

Pacchetti viaggio preconfezionati e personalizzati per gli Stati Uniti dell'Est, dell'Ovest e Coast to Coast. Un elenco di viaggi organizzati pensati appositamente per scoprire gli States!

Camper USA

camper stati uniti

Come noleggiare un camper in USA?

Una guida dettagliata con tutte le informazioni necessarie per noleggiare un camper negli Stati Uniti e preparare un viaggio on the road indimenticabile!

Noleggio Moto USA

noleggio moto usa

Noleggia una moto in USA

Come noleggiare una moto per il tuo On The Road in USA?

Vai a New York?

Se stai organizzando un viaggio in USA dovrai occuparti di molti aspetti: prenotazione di voli, alberghi, assicurazione, noleggio auto, la documentazione necessaria, le modalità di pagamento, l'utilizzo del telefono, internet e molto altro... nella nostra sezione dedicata alle risorse di viaggio ti spieghiamo tutto quello che ti serve per preparare il tuo viaggio negli States